desc

Da oggi ripetizioni gratis grazie ad un social network

STARTUP
Edit article
Set prefered

Da oggi ripetizioni gratis grazie ad un social network

Quattro giovani toscani hanno ideato “Teach4learn” dove la moneta di scambio è la conoscenza

Quattro giovani toscani hanno ideato “Teach4learn” dove la moneta di scambio è la conoscenza

Tempo di pagelle e di ripetizioni. Secondo un recente sondaggio del portale Skuola.net il costo di una brutta pagella è molto alto. Prendere dei quattro o dei cinque significa finire nelle mani di professori o studenti universitari che fanno ripetizioni. Circa il 20% degli studenti a partire da questo mese spenderà più di 200 euro per lezioni private e un altro 25% sborserà anche fino a 400 euro al mese. A mettere fine a questo “commercio in nero” di lezioni ci hanno pensato quattro giovani toscani che hanno dato vita a Teach4learn” il primo social network dove scambiarsi ripetizioni gratuitamente. Hanno realizzato un progetto che potrebbe essere la svolta per gli studenti italiani e per le loro famiglie. Lo slogan di “Teach4learn” è “Impara qualsiasi cosa gratis”.

Oggi conta già 6408 iscritti, 197 ore di lezione in 441 discipline. “La moneta di scambio è la conoscenza: ognuno di noi sa fare qualcosa o vorrebbe sapere o vorrebbe saper fare qualcos’altro. Da qui l’idea di creare uno strumento – spiegano i promotori dell’iniziativa – in cui le persone possano depositare il bagaglio delle proprie competenze e dei propri interessi in attesa che qualcuno li contatti per imparare qualcosa. Per incentivare l’interscambio di conoscenza è stato previsto un innovativo conteggio di ore di apprendimento che potranno essere investire per imparare qualsiasi attività”.

Iscriversi è semplice e gratuito e dà immediatamente un credito di tre ore di lezione che si possono usare per imparare qualsiasi cosa da chi si è messo a disposizione con le proprie competenze e capacità.

Alla fine delle tre ore, i crediti passano dall’allievo al maestro che può a sua volta ricevere lezioni. Una sorta di catena di conoscenza che è stata capace di mettere in rete centinaia di studenti e professori che si mettono a disposizione l’uno dell’altro. E così trovi Nicole che domenica scorsa chiedeva ripetizioni per ripassare le guerre persiane e Vincenzo che è interessato a lezioni di matematica, chimica e biologia: livello scuole superiori. Lorenza, invece, si è messa a disposizione per offrire lezioni di italiano, informatica di base e cucina. Sì perché con “Teach4learn” non si imparano solo le materie di studio scolastiche: il social network inventato dai quattro ragazzi toscani permette di far incontrare domanda e offerta anche di chi vuole imparare a suonare la chitarra o imparare a fotografare.

Come Natalia che scrive:  “Ciao! Tra poco tornerò in Abruzzo per un po’! Non mi va di dire quello che potrei insegnare perché è scritto tutto nel profilo ma sto cercando qualcuno che mi insegni ad andare sullo skateboard oppure danza”; oppure Emma che posta: “Diplomata in scenografia teatrale all’accademia di belle arti di Firenze, dopo anni dedicati alla fotografia adesso faccio l’artista di strada, canto in un quartetto e strimpello il sassofono. Vivo nei pressi di Firenze, offro lezioni di spagnolo livello A1 /A2 . ho già avuto esperienze come insegnate sia con bambini che adulti. Cerco lezioni di canto, lezioni di chitarra o sassofono”.

Ecco il grande potenziale dei social network per la condivisione e la conoscenza e Teach4Learn ne un valido esempio.