desc

Mini guida per studiare l’inglese con la tecnologia (parte II)

STARTUP
Edit article
Set prefered

Mini guida per studiare l’inglese con la tecnologia (parte II)

La professoressa Laura Linzitto torna con la seconda parte della sua guida per imparare l’inglese servendosi di web e tecnologia

La professoressa Laura Linzitto torna con la seconda parte della sua guida per imparare l’inglese servendosi di web e tecnologia

“E’ assolutamente possibile migliorare una lingua straniera anche senza recarsi all’estero” assicura Laura Linzitto, professoressa di inglese dell’IIS Pacioli di Crema. Come? Con la tecnologia che “ci permette di studiare l’inglese rispettando i nostri tempi di apprendimento in modo personalizzato e autonomo”. Linzitto è una grande appassionata di nuove tecnologie applicate alla didattica e per i nostri lettori ha già scritto questa guida all’inglese con 7 siti utili. Oggi pubblichiamo la seconda parte, in cui la professoressa propone altri consigli e siti interessanti per l’apprendimento dell’inglese.

Per migliorare la comprensione orale:

  • Accendiamo la TV! Ma sintonizziamoci sui canali stranieri (es. CNN, BBC). Possiamo selezionare l’opzione sottotitoli per facilitare la comprensione. Anche i canali digitali e a pagamento offrono programmi stranieri che possono essere visti in lingua originale leggendo al tempo stesso i sottotitoli. All’inizio si fa fatica, ma più ci esercitiamo all’ascolto, più la nostra comprensione orale migliorerà!
  • Accendiamo la radio e lo smartphone! Ma ascoltiamo canzoni in lingua inglese, magari leggendo i testi contemporaneamente, e su Youtube guardiamo video in inglese
  • newsinlevels per ascoltare le ultime notizie a vari livelli (si può cliccare level 1,2,3!)
  • simpleenglishvideos per guardare video in un inglese abbastanza semplice, e cliccare per leggerne i testi

Per migliorare la comprensione scritta:

  • Accendiamo il computer! Ma seguiamo blog di lingua inglese. Basta fare una ricerca su Google (cosa mi interessa + blog, ad esempio makeup blog).
  • Accendiamo il tablet! Ma cerchiamo una ricetta inglese (con le istruzioni in lingua originale), e proviamo a realizzarla! O seguiamo le istruzioni per eseguire un lavoretto fai da te abbastanza facile (es. how to knit a scarf)
  • Andiamo in libreria! Ma acquistiamo libri in inglese, magari letture graduate adatte al nostro livello, e mentre leggiamo ricordiamoci che non è necessario tradurre ogni parola, l’importante è capire il senso generale. E’ preferibile scegliere delle storie brevi piuttosto che un romanzo.
  • englishlane un blog da leggere per imparare idiomi o ascoltare canzoni e fare attività di comprensione
  • lingualnet un sito per imparare l’inglese guardando video, e facendo ascolti e quiz a vari livelli

Per migliorare la produzione scritta:

  • Andiamo a fare la spesa! Ma scriviamo la lista in inglese, impareremo benissimo le parole che ci sono utili nella quotidianità! E proviamo a leggere le etichette dei prodotti: soprattutto quelli per la cura della persona sono spesso scritte anche in inglese.
  • Andiamo su Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest, e usiamo questi social media per conoscere e scrivere a persone di madrelingua inglese (o semplicemente per leggere in inglese).
  • phraseup utilissimo quando non ricordiamo come dire qualcosa, o non siamo sicuri di dirla nel modo giusto: aiuta a completare le frasi o a scriverle nel modo corretto
  • speakspeak per fare pratica di grammatica o lessico, vari livelli

Per migliorare la produzione orale:

  • Cantiamo in inglese!
  • Leggiamo ad alta voce in inglese, registriamoci e proviamo a riascoltarci!
  • howisay, dizionario gratuito con pronuncia
  • soundsenglish per migliorare l’ascolto e la pronuncia

di Laura Linzitto