desc

Una mamma ha inventato l’app che controlla il bimbo quando gioca con lo smartphone

STARTUP
Edit article
Set prefered

Una mamma ha inventato l’app che controlla il bimbo quando gioca con lo smartphone

Nester è l’app che permette ai genitori di bloccare i contenuti del telefono quando lo danno in mano ai figli per giocare: si può impostare anche il tempo massimo di utilizzo

Nester è l’app che permette ai genitori di bloccare i contenuti del telefono quando lo danno in mano ai figli per giocare: si può impostare anche il tempo massimo di utilizzo

Mettere o no uno smartphone in mano a un bambino di 4-5 anni? Se da una parte il gioco con un dispositivo digitale può stimolare enormemente l’apprendimento, dall’altra c’è il rischio che il bambino entri in contatto con qualche contenuto non adatto alla sua età. A risolvere questo problema ci ha pensato una mamma: Sunhae Kim, fondatrice e Ceo di Nester, l’app nata dalla startup coreana Mindquake, sempre della stessa Sunhae Kim. Nester è un’app gratuita, attualmente disponibile solo su Android, che permette di controllare i contenuti a cui il bambino ha accesso, limita il tempo che il piccolo spende con il telefono in mano e lo diverte con un design pensato apposta per la fascia d’età 0-6. 

Sunhae Kim è una product manager e una disegnatrice di app per bambini: ha una bambina di 3 anni, e dopo aver partorito si è accorta che ciò che mancava ai genitori era un’app che li aiutasse a monitorare il tempo e la qualità dei contenuti con cui i figli vengono in contatto attraverso i dispositivi digitali. Mindquake è la startup di Sunhae Kim: ci lavorano 6 persone, l’azienda opera nel campo dell’istruzione e si occupa di creare app per bambini.

Nester è un’app che crea un ambiente chiuso e sicuro dentro lo smartphone: una volta impostata, il genitore può decidere quanto tempo far trascorrere al bambino sul telefono. Anche il bambino può vedere quanto tempo gli resta a disposizione: man mano che i minuti passano ci sono delle piccole uova che scompaiono. Inoltre anche la mascotte dell’app, l’uccellino Nester, comincia ad essere stanco e la luce dentro l’app comincia a diminuire, come una sorta di tramonto. In questo modo i piccoli capiscono che è tempo di mettere lo smartphone da parte, e la fine del gioco è meno traumatica. L’app è gratuita, ma qualora si volessero implementare gli sfondi e le attività, si possono acquistare elementi aggiuntivi su mindquake.co.