desc

Huawei e Miur stanno cercando i 15 migliori studenti italiani da portare in Cina (gratis)

Scuola
EDUCATION
Edit article
Set prefered

Huawei e Miur stanno cercando i 15 migliori studenti italiani da portare in Cina (gratis)

L’azienda di ITC Huawei ha stretto un accordo con Miur e Mise per pagare a 15 studenti italiani un viaggio in Cina per un tirocinio formativo nelle sedi dell’azienda, tra Shenzhen, Shanghai e Pechino

L’azienda di ITC Huawei ha stretto un accordo con Miur e Mise per pagare a 15 studenti italiani un viaggio in Cina per un tirocinio formativo nelle sedi dell’azienda, tra Shenzhen, Shanghai e Pechino

Scuola

Se state per laurearvi in ingegneria e siete fortemente orientati all’innovazione tecnologica, non dovreste perdere altro tempo. Huawei sta scegliendo 15 tra i migliori laureandi italiani per portarli in Cina, nel mese di gennaio 2016, per un corso formativo di due settimane tra Shenzhen, Shanghai e Pechino. Con spese di viaggio e il tirocinio interamente coperte da Huawei e dai ministeri dell’Istruzione e dello Sviluppo economico, con cui l’azienda ha stretto un accordo lo scorso giugno. Il bando però, scade tra poco: avete tempo fino al 27 novembre per partecipare alle selezioni.

Il viaggio in Cina (con smartphone)

Il programma di Huawei si chiama “Talent Lab – Seed for the future”. Non riguarda solo studenti italiani. Il programma attualmente coinvolge 57 Paesi di tutto il mondo, e solo in Europa è attivo in 23 Paesi e oltre 500 giovani vi hanno già partecipato sin dal suo lancio nel 2011. Giovani in tutta Europa stanno per essere reclutati, dunque, per un viaggio formativo nel quartier generale dell’azienda ITC in Cina. Tutti avranno l’opportunità di trascorrere due settimane a contatto con la realtà aziendale, seguendo training tecnici e vedendo da vicino gli impianti. Oltre alla visita del quartier generale Huawei a Shenzhen gli studenti avranno l’opportunità di visitare il centro Globale di Ricerca e Sviluppo della società di Shanghai, dove si sviluppano progetti di cloud computing, Internet of Things e soluzioni a banda ultralarga. Il viaggio terminerà a Pechino, dove sono in programma una visita all’Università e all’Ambasciata italiana, dove gli studenti potranno ritirare il certificato di partecipazione alla presenza dell’Ambasciatore Ettore Sequi. Aggiornamenti sul viaggio verranno trasmessi in tempo reale sul blog Talent Lab, direttamente dagli stessi studenti, attraverso gli smartphone messi a disposizione da Huawei.

Il progetto: lezioni, training, problem solving

Durante il viaggio, gli studenti assisteranno a lezioni in classe, esercitazioni pratiche, e simulazioni di problem solving. Tra le tematiche previste: tecnologie di reti wireless, tecnologie core network, tecnologie di reti ottiche, tecnologie di reti di accesso, tecnologie innovative relative a Cloud Computing e Internet of Things. Il bando è rivolto a studenti europei iscritti al secondo anno di laurea specialistica in una facoltà di ingegneria delle telecomunicazioni, informatica o elettronica, con buona conoscenza della lingua inglese.

Come partecipare

Per inviare la propria candidatura si può compilare il modulo di iscrizione online entro il 27 novembre 2015. Insieme alla domanda di selezione bisogna scrivere una lettere motivazionale in lingua inglese e presentare una lettera di supporto di un accademico o di una persona rilevante nel settore pubblico e/o imprenditoriale. Qui il bando completo.