200K spedizioni e fatturato che schizza a un milione. Ecco Sendabox
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 8 marzo 2016 alle 14:29

200K spedizioni e fatturato che schizza a un milione. Ecco Sendabox

Grazie a questi numeri e con una proiezione per il 2016 di un ulteriore incremento del fatturato del 50%, Sendabox decide di staccarsi da Italmondo per diventare un’azienda autonoma

Sendabox.it è la startup innovativa di logistica integrata per gli e-commerce che, nel 2016 esce dall’incubatore che l’ha creata e comincia a camminare con le proprie gambe.

Da un’idea di Federico Pozzi Chiesa, vice-CEO del Gruppo Italmondo Spa, leader internazionale nel settore dei trasporti e della logistica, nasce la piattaforma online Sendabox al fine di rivoluzionare il mondo della logistica in ogni sua parte: che si tratti di spedizioni fino a 50 kg in Italia e all’estero, di consegne espresse in città o di una semplice raccomandata, è possibile svolgere ogni singola operazione dal divano di casa o dalla propria postazione di lavoro. In soli tre comodi click.

Sendabox

Tra i primi comparatori di prezzi di spedizioni online in Italia, già nel 2014 Sendabox si è rivelata la soluzione ideale per varie tipologie di utenti con 80.000 spedizioni effettuate: dagli e-commerce complessi che gestiscono un corposo numero di spedizioni al giorno a singoli privati, passando per rivenditori eBay e grandi aziende quali Dalani che si sono rivolte a Sendabox per l’elevato tasso tecnologico riscontrato nelle soluzioni informatiche proposte.

Nel secondo anno dalla sua nascita Sendabox ha superato ulteriormente le aspettative raggiungendo, nell’arco del 2015, oltre 18.000 utenti registrati e 120.000 spedizioni effettuate con un fatturato di 900.000 euro.

Infografica Sendabox

I primi mesi del 2016 confermano il trend positivo: 20.000 utenti registrati con un incremento delle vendite rispetto all’anno precedente del 25%.

Grazie a questi numeri e con una proiezione per il 2016 di un ulteriore incremento del fatturato del 50%, Sendabox decide di staccarsi da Italmondo per diventare un’azienda autonoma che, a oggi, può contare su un team dedicato di ben 11 persone che trovano spazio nei nuovi locali di coworking di Supernova, l’acceleratore d’impresa del gruppo.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter