desc

Samuele, laureando e startupper: “Con Freadom collego chi ha le stesse passioni”

STARTUP
Edit article
Set prefered

Samuele, laureando e startupper: “Con Freadom collego chi ha le stesse passioni”

Dopo una bella esperienza alla scuola sperimentale “Tosi” di Busto, Samuele Tugnolo fonda Freadom, il social che unisce online le persone con comuni interessi per poi farle incontrare offline

Dopo una bella esperienza alla scuola sperimentale “Tosi” di Busto, Samuele Tugnolo fonda Freadom, il social che unisce online le persone con comuni interessi per poi farle incontrare offline

Mi chiamo Samuele Tugnolo, ho 22 anni, a 21 ho fondato Freadom, la mia startup. Credo di aver sempre desiderato diventare un imprenditore anche se me ne sto accorgendo solo da poco. Ricordo quando intorno all’età di 6 anni, cercavo di creare quello che allora non sapevo si chiamassero Business Plan di imprese puramente immaginarie. Da allora fino ad oggi sto cercando di coltivare questa passione. Il passaggio da studente a startupper non è stato semplice, anzi. 

Samuele Tugnolo

La bella esperienza al Tosi di Busto

Ho deciso di iscrivermi all’Istituto Tecnico Economico di Busto Arsizio, una scuola sperimentale ottima. Nel 2012 sono stato eletto rappresentate dei 2000 studenti che ne fanno parte e ho avuto modo di entrare come parte attiva nell’organizzazione e gestione di questa macchina molto complessa. Il segreto del “Tosi” sta nelle attività extrascolastiche che è in grado di offrire. Non dimenticherò mai lo scambio in Olanda e la mia famiglia olandese; il surf, le lezioni di golf ed equitazione durante la vacanza studio in Irlanda; il pomeriggio passato a sciare in uno ski park indoor in Galles o la settimana spesa a Bolzano studiando l’integrazione tra diverse culture. Non ho niente da recriminare a questa scuola, sono stati 5 anni stupendi.

Dalla scuola alla startup

Oggi parallelamente all’università, dedico la maggior parte del mio tempo a Freadom, la startup che ho fondato con Carlo Alberto Martignoni. Siamo un team di ragazzi classe ’94 ad eccezione di Riccardo Virardi, il business angel che ha investito su di noi e che, data la sua esperienza come imprenditore seriale, abbiamo deciso di nominare CFO.

Freadom è un social network che permette di conoscere persone con i nostri stessi interessi stringendo nuove amicizie nella vita reale.

Si può creare un evento ogni volta che si desidera vivere delle esperienze insieme a nuove persone: partecipare ad un concerto, organizzare una festa, scambiare consigli di lavoro/studio o trovare qualcuno con cui divertirsi in vacanza. Si può anche chiedere una quota di partecipazione al proprio evento per coprire le spese sostenute. Abbiamo sviluppato una chat che ci permette di scoprire e conoscere nuove persone online. Vogliamo spingere le persone ad affrontare nuove avventure, stringere nuove amicizie e ad abbondare la solita routine. Spesso non facciamo quello che ci piace perché non troviamo nessuno che ci accompagni. Con Freadom elimineremo questo problema, mettendo in contatto persone che non si conoscono e creando nuove amicizie. L’applicazione è in fase di sviluppo e sarà pronta prima della fine del 2016, ottimisticamente verrà rilasciata durante l’estate. A breve inizieremo a segnalare eventi interessanti creati della nostra community e non, sulla pagina Facebook di Freadom.

Schermata 2016-03-30 alle 16.04.51

Sfondare sarà difficile, ma non la cosa più difficile che abbia mai fatto

Se falliremo non sarà per una carenza di determinazione, impegno e sacrifici da parte nostra. La mattina Carlo lavora nell’attività di famiglia mentre io studio per laurearmi. Dal primo pomeriggio fino a notte inoltrata siamo concentrati su Freadom, tutti i giorni, sacrificando il nostro tempo libero e spesso anche i weekend. Ho sempre seguito le mie passioni e il mio istinto, moderato e temprato dai consigli delle persone a me care, penso sia questo che ho imparato fino ad oggi. Ho imparato che nulla è impossibile se si fa qualcosa che si ama e per la quale si è disposti a compiere dei sacrifici, i risultati arriveranno. Ho imparato che bisogna avere il coraggio di sognare in grande e di inseguire i propri sogni. È difficile? Certo! Ma non è la cosa più difficile che ho fatto fino ad oggi. Ho perso mia madre a 12 anni, ho combattuto con degli attacchi di panico arrivati un paio di anni fa ed ho smesso di fumare…che sarà mai una startup? 

Samuele Tugnolo,

Founder Freadom