desc

Coding, fablab, e tanta scienza (spiegata con Topolino): è il Festival dei bambini di Firenze

Scuola
EDUCATION
Edit article
Set prefered

Coding, fablab, e tanta scienza (spiegata con Topolino): è il Festival dei bambini di Firenze

Il Festival dei bambini – Nuovi mondi si terrà dal 15 al 17 aprile a Firenze: il programma è ricco di eventi e attività per avvicinare i bambini a scienza e tecnologia

Il Festival dei bambini – Nuovi mondi si terrà dal 15 al 17 aprile a Firenze: il programma è ricco di eventi e attività per avvicinare i bambini a scienza e tecnologia

Scuola

Dal 15 al 17 aprile, a Firenze, è in programma il “Festival dei bambini-Nuovi Mondi” una tre giorni interamente dedicata ad attività per i più piccoli, con laboratori scientifici, esperimenti ed anche un viaggio tra le stelle con l’astronauta Luca Parmitano. Il programma del Festival è molto ampio e si può trovare nel dettaglio qui. Tutti gli eventi sono gratuiti e le scuole possono prenotarsi. Di seguito alcuni incontri particolarmente interessanti per avvicinare i bambini alla fisica, alla stampa 3D e al mondo della tecnologia.

Topolino insegna la fisica

Cosa hanno in comune la fisica, l’arte e Topolino? Per scoprirlo potete andare a curiosare all’evento organizzato dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Particelle, isotopi e acceleratori sono, infatti, protagonisti del Laboratorio di archeo-fisica “La ricerca al servizio dell’arte” organizzato dai ricercatori Labec (Laboratorio di tecniche nucleari per l’ambiente e per i beni culturali) dell’Infn. Il laboratorio si svolge nella cornice scenografica di tre storie a fumetti apparse sul magazine Topolino in cui Paperino, Topolino, Paperoga e zio Paperone sono coinvolti in avventure dedicate anche alla fisica. Le storie riprodotte su grandi tavole sono: Il bosino di Higgs (2013), Topolino e l’acceleratore nucleare (1985), Zio Paperone e Battista e l’Organipotogramma (2016). I fisici lavorano insieme ad archeologi e restauratori per risalire all’età dei reperti e smascherare i falsi. Per farlo sfruttano la tecnica del Carbonio14 e usano gli acceleratori di particelle. Partendo da un piccolo scavo archeologico, allestito per l’occasione, i ricercatori lavoreranno con i ragazzi ripercorrendo il processo che porta dal ritrovamento di un reperto (area di scavo), alla sua analisi (area di misura) e si conclude con la datazione (area matematica) in cui si contano gli atomi di Carbonio14 e si stima l’età del reperto. L’allestimento scenografico è realizzato in collaborazione con la Redazione del settimanale Topolino edito da Panini. 

Lo Smart Lab

Fastweb è uno degli sponsor del Festival, ed insieme a Codice. Idee per la cultura ed a gruppi già attivi sul territorio, metterà a disposizione dei giovani visitatori, presso la Sala d’arme di Palazzo Vecchio, lo “Smart Lab. Il parco dell’innovazione”. L’idea è quella di avvicinare, attraverso giochi e laboratori, i bambini al mondo del digitale e più in generale dell’innovazione. Nello Smart Lab sono previsti laboratori per introdurre i bambini alla programmazione, per imparare a modellare e stampare oggetti in 3D, workshop per trasformare piccoli contenitori di plastica in artisti robotici o una banana in pianoforte. Ma anche per inventare storie intere a partire da un circuito, realizzare corti animati in stop-motion con un po’ di plastilina, una scultura a partire da un pannello di cartone e un intero pianeta da un mucchio di cannucce.

Viaggio tra le stelle con Parmitano

Avrà una guida d’eccezione il viaggio tra le stelle organizzato nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio domenica 17 dalle 11:30. Luca Parmitano, Astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea, pilota dell’Aeronautica Militare e protagonista della prima missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana condurrà i bambini alla scoperta dei segreti dello spazio, durante il quale racconterà la sua missione e risponderà alle domande dei piccoli.