desc

Perché Beyoncè investe in food (e “benedice” il succo di anguria)

Food Tech
LIFESTYLE
Edit article
Set prefered

Perché Beyoncè investe in food (e “benedice” il succo di anguria)

Mentre DiCaprio guarda all’equo e solidale con la startup Runa, Beyoncè ha deciso di finanziare l’azienda che produce energy drinks naturali. La cantante li venderà anche durante i concerti

Mentre DiCaprio guarda all’equo e solidale con la startup Runa, Beyoncè ha deciso di finanziare l’azienda che produce energy drinks naturali. La cantante li venderà anche durante i concerti

Food Tech

Dalla limonata al succo di anguria. La parabola musicale (e imprenditoriale) di Beyoncè si muove attraverso frutti e gusti diversi. Se il suo ultimo disco aveva come titolo “Lemonade”, ora la star della musica pop ha deciso di investire in World Waters LLC che produce appunto spremute di anguria, lavorate ad alta pressione e destinate al consumo degli sportivi. In sostanza, degli energy drinks naturali commercializzati come Wtrmln wtr. Beyoncè ha appena cominciato il suo tour musicale. E ha già creato delle vendite della bevanda durante i suoi concerti. Il suo investimento aiuterà l’azienda americana a crescere. Le previsioni per il 2016 crescerà sono di un aumento delle vendite del 385% rispetto al 2015.

beyoncè

Beyoncè: “Investo anche sulla salute”

Beyoncè ha spiegato a Bloomberg il motivo della sua decisione: «Ho investito in Wtrmln wtr perché è il futuro dell’idratazione naturale e pulita. Condividiamo la semplice missione di portare benessere accessibile al mondo». La cantante ha anche dato un significato culturale alla sua decisione: «È più di un investimento su un brand, è un investimento sull’imprenditoria femminile, sull’agricoltura americana, sulla salute della gente e del nostro pianeta».

wtrmln-wtr-twitter-600-

Food e abbigliamento

Non è il primo investimento imprenditoriale della cantante. Nel campo del food aveva già deciso di scommettere su 22 Days Nutrition, un kit per la dieta vegana. E aveva destinato alcuni fondi anche a Ivy Park che produce una linea di abbigliamento sportivo. Beyoncé non è il primo personaggio del mondo dello spettacolo che decide di preferire gli investimenti diretti a semplici endorsement. È di qualche giorno fa la notizia dell’ingresso di Leonardo DiCaprio nell’advisory board di Runa, azienda di bevande che sostiene i produttori dell’Amazzonia attraverso il commercio equo e solidale. Ma ci sono altri nomi famosi nella lista degli investitori vip: Oprah Winfrey ha ottenuto una quota pari al 10 per cento di Weight Watchers International Inc mentre l’asso del basket LeBron James ha investito nella startup Blaze Pizza. Sulla linea delle acque al sapore di frutta c’è addirittura anche Madonna che ha investito 1,5 milioni di dollari in CocoWater.

“Non è solo endorsement”

Secondo il professore Rihit Deshpande della Harvard Business School, l’accordo di Beyoncè è molto sensato. «Investire direttamente in un’azienda dà credibilità al marchio molto di più che un semplice endorsement o una pubblicità. L’autenticità è ciò che viene più apprezzato oggi, specialmente dai millennials», ha detto il professore di marketing a Bloomberg.