desc

Ticket Restaurant, con l’app il buono pasto finisce sullo smartphone

Food Tech
LIFESTYLE
Edit article
Set prefered

Ticket Restaurant, con l’app il buono pasto finisce sullo smartphone

Il buono pasto Ticket Restaurant atterra sul cellulare: con la nuova app si paga mobile con lo smartphone in ristorante, bar, pizzeria o supermercato. Su Android e iOS, compatibile con AppleWatch e presto in versione e-Wallet

Il buono pasto Ticket Restaurant atterra sul cellulare: con la nuova app si paga mobile con lo smartphone in ristorante, bar, pizzeria o supermercato. Su Android e iOS, compatibile con AppleWatch e presto in versione e-Wallet

Food Tech

Ticket Restaurant atterra sul cellulare: è infatti nata la nuova app per il pagamento mobile e cloud del pasto che rende possibile pagare al ristorante, al bar, in pizzeria e al supermercato con un tocco di smartphone. Il che significa risparmio di tempo, semplicità di utilizzo, personalizzazione e interattività.

ticketrestaurant_mobile_1

Che cosa consente Ticket Restaurant app

L’app (disponibile sugli store Android e iOS, compatibile con AppleWatch e, prossimamente, in versione integrata in e-Wallet) consente il pagamento del pasto direttamente dallo smartphone, in modalità contactless o via codice. I Ticket Restaurant possono anche essere controllati e gestiti in una repository dedicata in cloud e dialogheranno con un innovativo “cerca-locali” realizzato in partnership con TripAdvisor, in grado di rendere la customer experience un momento di selezione ma anche condivisione con colleghi e amici.

“Digitalizzazione è un’opportunità di sviluppo”

“La diffusione di app che promuovano la digitalizzazione dei pagamenti rappresenta un’opportunità di sviluppo per il nostro Paese: numerosi studi, infatti, confermano che il loro utilizzo aumenta la capacità di sviluppo economico e riduce il peso dell’economia sommersa”, spiega Andrea Keller, amministratore delegato di Edenred Italia. Secondo le stime dell’Osservatorio Mobile & Payment del Politecnico di Milano, la gestione del contante costa all’Italia ben 9.5 miliardi di euro all’anno. “Colmare il ritardo della diffusione dei pagamenti digitali rispetto al resto d’Europa è una missione possibile. Per incentivare consumatori ed esercenti ad intraprendere la strada della digitalizzazione bisogna anzitutto realizzare un’offerta efficiente, attraente e ad alto valore aggiunto ma è anche indispensabile promuovere un piano di incentivi di sistema, ad opera del soggetto pubblico. Numerosi paesi europei – conclude Keller – hanno realizzato con successo forme di incentivazione al cashless economicamente auto-sostenibili: lotterie, sconti, promozioni ed è tempo che anche l’Italia colmi questo gap”.