desc

Jean Case crea un fondo che investe solo in startup gestite da donne

Economia Digitale
ECONOMY
Edit article
Set prefered

Jean Case crea un fondo che investe solo in startup gestite da donne

Il Focus Fund avrà in dotazione 10 milioni di dollari con cui saranno finanziate startup guidate da appartenenti a minoranze.

Il Focus Fund avrà in dotazione 10 milioni di dollari con cui saranno finanziate startup guidate da appartenenti a minoranze.

Economia Digitale

“Il talento può essere distribuito in modo uniforme, ma l’opportunità non sempre lo è”. Può essere questa la massima che guida un nuovo fondo di investimento dedicato ad un certo tipo di startup meno fortunate di altre.

A startup guidate da donne solo 1,5 mld di dollari in 2 anni

Tra il 2011 e il 2013, le aziende con un Ceo donna hanno ottenuto solo il 3% dei fondi messi a disposizione dai venture capital. Solo 1,5 miliardi di euro dei 50,8 investiti in totale in quei due anni, insomma solo una piccola fetta di torta. Non a caso, i Crunchies di quest’anno, gli Oscar della comunità tech, hanno aggiunto una nuova categoria di premio: quella dedicata alla diversity. La Silicon Valley è infatti colpevole come Hollywood per la sua mancanza di attenzione in questo senso.

Jean_LargeHeadshot1

Un fondo dedicato solo alle diversità

Jean Case, amministratore delegato della Jean Case Fondation, ci tiene a cambiare questa dinamica. Per questo motivo, ha messo in piedi un fondo da 10 milioni di dollari, il Fondo Focus, dedicato alle donne e agli imprenditori delle minoranze, guidato da JumpStart Inc, un ente senza scopo di lucro dell’Ohio che aiuta gli imprenditori tecnologici a trovare capitali e risorse per far crescere il loro business.

Premiate 20 startup guidate da donne afro-americani e latini

Il fondo investirà in circa 20 startup tecnologiche che sono guidate da una donna o da un discendente di una minoranza di origini afro-americano o latine. «Ma questa non è un’azione positiva per il mondo delle startup», dice Case spiegando che la diversità è si verifica in tutte le forme e dimensioni: razza, sesso, religione, cultura e provenienza geografica. Suo marito, Steve Case, il fondatore di AOL , ha già avviato un programma del genere dal titolo “Rise of the Rest”, che ha l’obiettivo di colpire chi discrimina per disuguaglianze geografiche, investendo in startup al di fuori della Silicon Valley e di New York City.