desc

Il sito dove la gente dà soldi per scalare una classifica priva di senso

Economia Digitale
ECONOMY
Edit article
Set prefered

Il sito dove la gente dà soldi per scalare una classifica priva di senso

Non è uno scherzo. L’idea è di un giovane startupper seriale olandese, si chiama Highscore.money e ha raccolto più di 2 mila dollari in un solo giorno

Non è uno scherzo. L’idea è di un giovane startupper seriale olandese, si chiama Highscore.money e ha raccolto più di 2 mila dollari in un solo giorno

Economia Digitale

Inventa un sito dove gli utenti pagano per essere inseriti in una classifica. Più spendono, più finiscono in alto. Si chiama Highscore.money, l’idea di Marc Köhlbrugge, startupper seriale olandese. Con questa idea stravagante ha guadagnato più di 2 mila dollari in un solo giorno.

Voleva fare una classifica per startup, poi invece…

Leggendo la storia di Marc e della sua startup la domanda che molti potrebbero farsi è “perché non ci ho pensato io?”. Ci sono idee geniali e altre come questa che sfiorano la demenzialità (se non la raggiungono) eppure pare abbiano un seguito. Lo startupper racconta la genesi del progetto su Medium, e anche in questo caso non c’è nessuna illuminazione sulla via di Damasco: «Per noi imprenditori i ricavi sono un modo carino per posizionarci in una classifica che ci permette di mostrare agli altri quanto stiamo facendo bene con la nostra idea di business» spiega Marc che, inizialmente, pensa a un sito dove ognuno può inserire quanti soldi sta facendo. Un’idea che però boccia subito perché “mi sembrava difficile di poter attirare così le persone”. Allora nasce qualcosa di diverso.

Come funziona Highscore.money

Vorremmo davvero dirvi qualcosa in più, ma l’idea è davvero così lineare: c’è una classifica, ogni persona che vuole entrarci deve pagare. Più paga, più in alto arriva. È veramente tutto, non c’è altro da aggiungere, salvo il fatto che in un solo giorno alcuni utenti hanno speso più di 2 mila dollari per classificarsi. Marc Köhlbrugge, founder di Betalist, sito che offre consigli e visibilità alle startup, ha lanciato Highscore.money 5 mesi dopo avere avuto l’idea e ha iniziato a proporlo ad alcune community online di giornali di tecnologia, fino ad attirare la curiosità del boss di TheNextWeb, che scrive un articolo offrendo molta visibilità al progetto. «Spero di farci un miliardo, ma sarei contento anche con un milione. I soldi li reinvestirò nel marketing», spiega lo startupper, intervistato.

highscore money

Eppure pare esserci un modello di business e lo si intravede analizzando cosa fanno gli utenti che hanno scelto di pagare per mettersi in classifica. Molti di loro, specie quelli più in alto, hanno un progetto, un’attività, un business da promuovere. E sperano di raggiungere visibilità e di portare traffico al proprio sito.  Non a caso i primi a metterci 5 dollari sono stati gli sviluppatori di un’app per iPhone, Lisn, che hanno scelto questa strada per pubblicizzarsi.

Altre idee “stupide” di successo

Highscore.money non è il solo nella classifica delle idee più bizzarre che comunque riescono a monetizzare. C’è Milion Dollar Homepage, il sito lanciato dallo studente Alex Tew, che ha raccolto 1 milione di dollari vendendo per scopi pubblicitari gli spazi del suo sito (i pixel della homepage) a un 1 dollaro ciascuno. C’è I Am Rich, un’app per iPhone che non faceva sostanzialmente niente, mostrava un diamante che emetteva una luce rossa, solo a chi pagava per l’esclusiva una cosa come 999,99 dollari per scaricarla. E sei persone lo hanno fatto, e non chiedeteci perché. Oppure Jason Sandler, il primo a posizionarsi nella classifica di Highscore, che con IWearYourShirt, ha lanciato un business dove ognuno poteva guadagnare indossando una maglietta con sopra un marchio o una scritta a scopi pubblicitari. Ma a dire il vero questa di Jason è già un bel passo avanti rispetto alle altre.

Giancarlo Donadio
@giancarlodonad1