desc

Violenza contro le donne, ecco l’app creata sui banchi di scuola

Scuola
EDUCATION
Edit article
Set prefered

Violenza contro le donne, ecco l’app creata sui banchi di scuola

Anche la tecnologia può combattere la violenza. Per le donne vittime di abusi, maltrattamenti e stalking lo smartphone può diventare un alleato prezioso

Anche la tecnologia può combattere la violenza. Per le donne vittime di abusi, maltrattamenti e stalking lo smartphone può diventare un alleato prezioso

Scuola

Il 25 novembre si è celebrata la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, voluta dall’Onu.

L’intento dell’Organizzazione mondiale delle Nazioni unite è quello di sensibilizzare le persone rispetto a questo argomento e dare supporto alle vittime.

In tanti Paesi, tra cui l’Italia, ci saranno manifestazioni, cortei, sit-in, convegni e installazioni per ricordare le vittime e per affrontare il tema della violenza di genere.

Anche la tecnologia può combattere la violenza. Per le donne vittime di abusi, maltrattamenti e stalking lo smartphone può diventare un alleato prezioso. Ecco un’applicazione realizzata contro la violenza sulle donne: si chiama “Noi e le donne” ed è stata ideata dall’istituto comprensivo Bellini di Novara.

 

 

L’applicazione, disponibile per Android e Ios, è uno strumento dedicato alle donne che possono, registrandosi, inserire un numero amico, un numero di soccorso e un indirizzo mail a cui viene inviato un messaggio preimpostato in caso di necessità.

L’applicazione vuole essere uno strumento interattivo utile per registrare o meglio tenere traccia fatti della quotidianità, stati d’animo, ricordi, una sorta di diario personale.

In presenza di un pericolo dunque basterà cliccare sul bottone “numero amico” o “numero di soccorso” e l’app chiamerà i contatti selezionati. Inoltre è possibile realizzare un vero e proprio diario dove segnalare eventuali abusi o violenze subite per tenere traccia e avere maggiore consapevolezza di quello che sta succedendo. Dall’applicazione è possibile geolocalizzare i centri antiviolenza più vicini e consultare le leggi in materia

Un’app nata da un fatto realmente accaduto

L’applicazione è nata da una brutta esperienza capitata a tre studenti dell’istituto. I ragazzi avevano purtroppo assistito ad un atto di violenza domestica subita dalla loro mamma, anche lei ex allieva della scuola stessa, che era stata violentemente picchiata dal convivente e ridotta in fin di vita. La vicenda ha turbato non solo i ragazzi, ma anche i compagni che hanno materializzato l’idea di far qualcosa per poter segnalare fatti, momenti e col quale si potessero avere subito a disposizione le normative vigenti e i numeri utili oltre ad un geo localizzatore.

“Con Noi e le donne” si punta all’informazione e alla sensibilizzazione dell’intera comunità su un tema grave come quello della violenza sulle donne.