desc

In arrivo l’auto elettrica più piccola della storia e che si guida senza patente

LIFESTYLE
Edit article
Set prefered

In arrivo l’auto elettrica più piccola della storia e che si guida senza patente

Si chiama Ami One Concept, la minicar eco-friendly della Citroen: due posti passeggeri, accessibile dai 16 anni, velocità massima di 45 km/h, autonomia di 100 chilometri, ricaricabile in un paio d’ore utilizzando una presa domestica

Si chiama Ami One Concept, la minicar eco-friendly della Citroen: due posti passeggeri, accessibile dai 16 anni, velocità massima di 45 km/h, autonomia di 100 chilometri, ricaricabile in un paio d’ore utilizzando una presa domestica

Citroën punta verso il futuro della mobilità urbana e con Ami One Concept, la nuova ultracopmatta eco-friendly, ha deciso di proporre un’alternativa concreta al trasporti pubblico e altri mezzi di trasporto urbano.

Cento per cento elettrica, può ospitare due passeggeri, accessibile a partire da 16 anni, in grado di raggiungere una velocità massima di 45 km/h e con una autonomia di 100 chilometri che per i percorsi urbani può risultare più che sufficiente. Le batterie agli ioni di litio, situate sotto il pianale, si possono ricaricare facilmente in un paio di ore, anche utilizzando una presa domestica.

La minicar dal colore accattivante (Orange Mécanique) ha dimensioni molto compatte: lungo 2,5 metri, largo 1,50 m e alto 1,5 metri. Ridotto anche il peso: solo 425 kg.

Ami One Concept: l’auto dei millenial “connessi”

L’idea di Citroen è quella di proporre una alternativa al trasporto pubblico, bus, tram metro, ma anche agli altri mezzi su due ruote. Questa minicar si sviluppa anticipando un nuovo modo di concepire la mobilità, catalizzando i dati che l’utilizzatore desidera condividere con il veicolo, dati in questo caso catturati dal proprio smartphone.

Basti pensare che si accede a bordo leggendo il QR Code presente sulle maniglie delle due portiere incernierate. Successivamente, posizionando lo smartphone nel vano sopra il volante dotato di ricarica senza fili, inizia una sorta di dialogo con il conducente le cui indicazioni vengono proiettate con il sistema head up display.

Il conducente può liberamente gestire in qualunque momento i parametri delle applicazioni a bordo. Può accedere a distanza alle informazioni del suo spazio personale: consumi, livello di carica e a un portale di servizi associati “Free2Move Services” che facilitano gli spostamenti in città.

Il quadro degli strumenti è sobrio e indica tutto ciò che è necessario conoscere per spostarsi. Il conducente può governare anche con il comando vocale le applicazioni che gestiscono l’esperienza a bordo dell’Ami One: dalle condizioni del traffico, al più vicino punto di rifornimento, alla ricerca di un parcheggio.

Ami One Concept sfrutta al massimo tutti gli spazi

L’abitacolo sfrutta al massimo tutti gli spazi. Il frontale mantiene i suoi due livelli di luci tipici di Citroën che si riuniscono con un filo luminoso sottile a forma di V. Il profilo viene ripreso anche nei fari posteriori.

La tinta arancione (Orange Mécanique) e il logo 2D al centro della superficie color nero lucido movimentano. Data la sua natura urbana, Ami One Concept è dotata di protezioni grigio scuro, che proteggono i quattro angoli della carrozzeria e proseguono sui lati, nella parte inferiore delle porte. Questi Airbump caratteristici della gamma Citroën attuale, dettagli di stile destinati a potenziare il suo carattere protettivo, propongono dei tocchi colorati in color Out of the Blue. I due colori (arancione e blu) sono stati scelti in quanto complementari.

I sedili del conducente e del passeggero non sono allineati. E ciò fa guadagnare centimetri dietro alle poltrone stesse dove si possono collocare un trolley e una borsa. Non c’è il clima, la capote in tela si apre facilmente, gli schienali traforati garantiscono una seduta morbida. Mentre gli angoli della carrozzeria sono protetti dagli airbump tipici di Citroen.

Il design elegante e al passo coi tempi per cercare anche di contenere i costi, ha ridotto il numero di alcuni componenti. Che si adattano così in modo asimetrico a più parti del veicolo. Uguali sono i parafanghi, i paraurti, le luci davanti e dietro. Come il cofano anteriore e il portellone posteriore. Inoltre le portiere, identiche, hanno una apertura differenziata: quella di destra si apre controvento!

Formule di utilizzo: 5 minuti, 5 ore, 5 giorni, 5 mesi, 5 anni

Ami One Concept è un veicolo destinato al car sharing. Interessanti sono le formule d’uso proposte da Citroën. Abbiamo un’offerta di car sharing o di noleggio, personalizzabile secondo le necessità di mobilità di ognuno e può soddisfare esigenze da 5 minuti a 5 ore con l’offerta di car sharing di Free2Move; 5 giorni con la prenotazione online su Citroën Rent&Smile, ma anche necessità più prolungate, con offerte di noleggio per 5 mesi o Noleggio a Lungo Termine fino a 5 anni.

 

Questo gioiellino della mobilità sostenibile sarà visibile dal 7 al 17 marzo presso lo stand Citroën al Salone di Ginevra.