desc

Smart working, consigli e accessori per una connessione più stabile

Lavoro
ECONOMY
Edit article
Set prefered

Smart working, consigli e accessori per una connessione più stabile

Se avete una casa su più piani o i muri ostacolano il segnale, la soluzione può essere trasmettere i dati tramite la presa di corrente

Se avete una casa su più piani o i muri ostacolano il segnale, la soluzione può essere trasmettere i dati tramite la presa di corrente

Lavoro

Persone freezate nelle pose più assurde, audio che va e che viene nemmeno si entrasse in galleria, immagini che di colpo si fanno torbide. Se dovessimo riassumere gli ultimi 13 mesi lavorativi, useremmo probabilmente queste situazioni ricorrenti, quasi quotidiane. La pandemia e il rincorso in massa allo smart working hanno dimostrato che non sempre si ha connessione a sufficienza per fare call in santa pace, soprattutto se mentre noi siamo collegati col capo ufficio abbiamo le console d’ultima generazione che, pur in stand-by, scaricano videogiochi appena acquistati, la nostra compagna è connessa a servizi di streaming (in HD, UHD o 8K) noti per prosciugare banda come Netflix, DAZN e Sky mentre i figli sono collegati coi loro docenti in Dad.

connessione

Talvolta la colpa è della linea domestica: occorre allora rivedere il contratto per acquistare più banda, talvolta può essere invece colpa della conformazione della casa: muri e altri ostacoli riducono la capacità d’azione del WiFi. Dobbiamo immaginarci il nostro impianto come un acquedotto: più cresce la distanza tra il router e i nostri dispositivi, più è facile che “perda” acqua nel tragitto e dunque la pressione del rubinetto sia notevolmente ridotta. Da qui il rischio di restare “a secco” proprio nelle call col capo. Abbiamo così chiesto ai tecnici di Devolo di indicarci alcuni accorgimenti per migliorare la stabilità della connessione domestica.

Come risolvere i problemi di connessione domestica

“In presenza di problemi di rete – ci hanno spiegato gli esperti -, l’utente dovrebbe prima verificare se la sua connessione online privata è effettivamente sufficiente”. Per esempio, nonostante quello che si pensa “i requisiti di base per il gaming non sono così alti, una connessione con velocità dati di 16 Mbps consente, infatti, un gioco online fluido, anche quando è associato alla chat vocale”.

Leggi anche: Smart working, bello lavorare da casa. Ma quanto incide sulle bollette?

Tuttavia, esistono comunque due fattori limitanti: nella maggior parte delle case, la rete è probabilmente utilizzata da più dispositivi alla volta, oltre alla console” e, soprattutto, “i download di giochi o gli aggiornamenti, beneficiando di una larghezza di banda aggiuntiva, vengono velocizzati in modo significativo. Una connessione con almeno 50 Mbps è, dunque, decisamente consigliata. Ciò vale in particolare nelle famiglie in cui, parallelamente al gioco online, le possibilità di intrattenimento comprendono, ad esempio, anche lo streaming video”.

connessione

Come portare il segnale ovunque, senza abbattere le pareti

Ma, come si anticipava, il problema principale è spesso costituito dalle pareti della propria abitazione. E la situazione rischia di peggiorare se casa vostra si sviluppa su più piani e il router non è allo stesso livello in cui lavorate o videogiocate. Per superare questo problema senza fare lavori di muratura o installare nuove prese telefoniche, si può usare la tecnologia Powerline che migliora i livelli Ping per un gaming più divertente e una connessione molto più stabile e affidabile per smart working e Dad usando le linee elettriche esistenti per instradare i dati.

Leggi anche: Milano punta al near working: la PA si sposta nei coworking

In poche parole, si trasforma la presa elettrica in un ripetitore di segnale. Come? Tramite una serie di adattatori: quello principale viene collegato direttamente al router alimentando il segnale Internet nella linea elettrica, quelli aggiuntivi possono essere posizionati lungo il resto dell’appartamento in prossimità del PC, della vostra postazione di lavoro, della smart TV, delle console e dove studiano i vostri figli, garantendo punti di accesso a Internet stabili, con una velocità di trasmissione Powerline fino a 2.400 Mbps.

connessione

Abbiamo avuto modo di testare per tutte le vacanze pasquali il kit mesh WiFi di Devolo Magic 2 WiFi che offre, rispetto ai prodotti precedenti del medesimo marchio pensati per connessioni cablate, oltre a due porte LAN gigabit integrate, una connessione Wi-Fi strutturata sulla tecnologia multiutente MIMO. Insomma viene garantito il supporto simultaneo di più dispositivi. In base alla metratura della casa, al numero di vani e alla eventuale disposizione su più piani, si sceglie il pacchetto Devolo più adatto, variando il numero di adattatori – ripetitori che avranno il compito di trasferire il segnale tramite la presa elettrica.

connessione

L’installazione è semplice e veloce: la sola accortezza è ricordarsi di disattivare il wi-fi del router, così si può evitare di scartabellare tra le impostazioni di ogni singolo device connesso in precedenza per obbligarlo a rivolgersi alle nuove fonti (di default i vostri dispositivi continuerebbero infatti a provare a connettersi alla fonte principale, anche se è debole e voi non avvertireste cambiamenti).

Leggi anche: Bill Gates: «Il lavoro del futuro? 50% dei viaggi in meno»

Per quanto abbiamo avuto modo di provare, la vicinanza tra i device e gli adattatori influisce notevolmente sulla qualità della connessione e ciò si riverbera in call più stabili, partite multiplayer senza lag e anche la possibilità di collegare più device contemporaneamente (liberi di installare aggiornamenti e patch in autonomia senza che ciò si riverberi sulla qualità del vostro lavoro). Tutto può essere comodamente controllato anche via app per smartphone e tablet che permette, tra le varie opzioni, di fornire accessi temporanei ai propri ospiti.