immagine-preview

Ott 11, 2018

Rita Cucchiara e Laura Margheri: ecco le due italiane tra le 25 Women in Robotics

La prima proviene dall'Università di Modena e Reggio Emilia, la seconda dall'Imperial College di Londra. Il riconoscimento invece viene da Robohub, la più importante piattaforma di robotica al mondo

Tra le 25 Women in Robotics riconosciute dalla più grande comunità al mondo del settore compaiono anche le italiane Rita Cucchiara e Laura Margheri. Delle tantissime professioniste attive nel mondo, Robohub ha riconosciuto due eccellenze tricolore dal mondo dell’università e della ricerca: esperta di computer vision presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, la Cucchiara guida dal 1998 il laboratorio specializzato nel riconoscimento delle immagini AImageLab; impegnata nell’Aerial Robotics Laboratory dell’Imperial College a Londra, Margheri è anche a capo del Comitato delle donne ingegneri della Societa’ di Robotica e Automazione.

“Mi fa piacere che ci siano ancora delle italiane della classifica di Robohub perché l’Italia è forte nella robotica”. Festeggiando il riconoscimento a Rita Cucchiara e a Laura Margheri, si è espressa così Cecilia Laschi, anche lei inserita tra le 25 Women in Robotics nell’edizione 2015. Ad unire i profili delle due professioniste, specializzata una (Cucchiara) nell’intelligenza artificiale, l’altra (Margheri) nella robotica, è proprio la sempre maggior permeabilità che mescola questi mondi della tecnologia. “Mi fa piacere per Laura, che era nel mio gruppo – ha commentato ancora la Laschi – e per Rita Cucchiara, che ho conosciuto recentemente e con la quale siamo in contatto perché la robotica e l’intelligenza artificiale si stanno avvicinando sempre di più”.

Leggi anche: Moxi il robot infermiere socialmente intelligente creato da 3 donne

A pochi giorni dall’Ada Lovelace Day, celebrato il 9 ottobre per ricordare l’”incantatrice dei numeri”, la donna vissuta tra il 1815 e il 1851 e giudicata dal mondo scientifico come la madre dell’informatica e del computer moderno, la notizia delle due italiane Cucchiara e Margheri presenti tra le 25 Women in Robotics rimarca l’importanza del ruolo femminile nel settore tecnologico e non solo. Delle tante donne riconosciute quest’anno da Robohub per il loro contributo al settore della robotica vi segnaliamo infine altri due profili: Jessica Hodgins, professoressa presso la Carnegie Mellon University, e nuova guida di AI Research Lab di Facebook (FAIR) a Pittsburgh, dove studia robotica e sistemi di apprendimento permanente per macchine e robot; Erin Kennedy, fondatrice di Robot Missions per la progettazione e lo sviluppo di un robot in grado di raccogliere i detriti lungo i litorali e replicabile ovunque con una stampante 3D.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter