Investimento di serie A, come affrontarlo? Il Term Sheet e il webinar di Italian Tech Alliance

Il 23 marzo Italian Tech Alliance presenta un lavoro finalizzato a raccogliere le diverse soluzioni percorribili nella redazione di un Term sheet per un investimento Serie A

Agendastart: 23 mar 2022
Agendaend: 23 mar 2022
Agendaonline

Italian Tech Alliance, l’associazione italiana del venture capital, degli investitori in innovazione e delle startup e PMI innovative, ha coordinato un lavoro finalizzato a raccogliere le diverse soluzioni percorribili nella redazione di un Term sheet per un investimento Serie A e a fornire un glossario dei termini più utilizzati nelle operazioni venture capital, che riporta anche osservazioni e consigli pratici su questioni spesso oggetto di discussione e negoziazione tra le parti.

I documenti sono scaricabili gratuitamente dal sito www.italiantechalliane.com, e vogliono offrire spunti di riflessione per imprenditori, startup e scaleup che stanno per affrontare un’operazione di aumento di capitale, nonché a tutti coloro che vogliono approfondire le proprie conoscenze in ambito VC.

Il Term Sheet

In particolare, l’esempio di Term Sheet intende fornire indicazioni sui termini e le condizioni principali di un investimento, nonché sulla struttura dell’operazione in vista delle successive trattative. Il testo elaborato dovrà essere adattato e modificato in base alle caratteristiche e esigenze di ogni operazione.

 

Al lavoro hanno partecipato molti degli investitori e imprenditori associati a Italian Tech Alliance, coordinati da Growth Capital, primo advisor italiano specializzato in aumenti di capitale e operazioni di finanza straordinaria per startup e scaleup, e dallo studio legale Portolano Cavallo.

Il webinar di presentazione

Il Term sheet e il glossario saranno presentati nel corso di un webinar in programma per mercoledì 23 marzo dalle ore 11:30 alle 12:45. Sarà possibile partecipare alla presentazione collegandosi a questo link, utilizzando il passcode 056970.

 

“La grande innovazione del documento che presenteremo sta nel fatto che alla sua realizzazione hanno contribuito sia investitori che imprenditori. Il documento offre una base di partenza utile sia per investitori che startup, che avranno la possibilità di risparmiare tempo e concentrarsi sulla definizione dell’accordo. Non un esercizio di stile, quindi – sottolinea Francesco Cerruti, Direttore Generale di Italian Tech Alliance – ma qualcosa di pratico e di immediato sostegno all’ecosistema.

 

“Ringraziamo Italian Tech Alliance per aver guidato gli sforzi dell’ecosistema del Venture Capital nella creazione di best practice condivise e il gruppo di lavoro per gli ottimi spunti emersi. Nel 2022 ci aspettiamo una forte crescita segnata da nuovi importanti traguardi in termini di raccolta, exit e investitori internazionali” commenta Fabio Mondini de Focatiis, Founder & CEO di Cross Border Growth Capital.

 

“La crescita dell’ecosistema Venture Capital italiano ha bisogno del supporto e collaborazione di tutti i protagonisti del mercato, dichiarano gli avvocati Antonia Verna e Luca Gambini, partner di Portolano Cavallo. Ringraziamo i partecipanti del gruppo di lavoro per il confronto proficuo e costruttivo e per aver condiviso le proprie esperienze e competenze al fine di trovare soluzioni condivise”.