Aperte le candidature al “Master in Gestione del Credito” di illimity academy

Il Master in Gestione del Credito, alla sua seconda edizione, è un percorso altamente professionalizzante, ideato da illimity academy e finalizzato a formare i giovani professionisti che entrano a far parte di neprix, la società di servicing del Gruppo illimity. Obiettivo del Master L’obiettivo è quello di guidare i partecipanti, assunti a tempo pieno dal… Read more »

BandoApre il: 20 gen 2022
BandoChiude il: 31 gen 2022

Il Master in Gestione del Credito, alla sua seconda edizione, è un percorso altamente professionalizzante, ideato da illimity academy e finalizzato a formare i giovani professionisti che entrano a far parte di neprix, la società di servicing del Gruppo illimity.

Obiettivo del Master

L’obiettivo è quello di guidare i partecipanti, assunti a tempo pieno dal primo giorno, nella conoscenza del settore del credito e sviluppare le competenze chiave per diventare gli Asset Manager del futuro.

A chi si rivolge

Il Master si rivolge a giovani con un titolo di laurea in materie economiche e giuridiche e figure con già qualche anno di esperienza nel mondo del lavoro, con un’età inferiore a 30 anni al momento dell’avvio del Master, possono candidarsi fino al 31 gennaio per essere ammessi. L’avvio del Master è fissato ad aprile 2022 e l’erogazione dei contenuti didattici durerà due mesi.

Come si svolge

Il Master in Gestione del Credito unisce teoria e pratica attraverso la formula dell’apprendistato. I contenuti didattici verranno erogati con modalità intensiva ed è prevista la frequenza giornaliera di otto ore, per un totale di 320 ore. Dopo di che le competenze acquisite saranno direttamente spendibili all’interno di neprix. 

L’Asset Manager, figura attorno a cui ruota il master, gestisce un portafoglio crediti in tutti i suoi aspetti, dall’analisi alla formulazione della strategia per massimizzare il rendimento. È responsabile del monitoraggio dei risultati rispetto alle previsioni di incasso, partecipa alle attività di due diligence sui nuovi portafogli e si interfaccia con debitori, legali esterni e organi delle procedure. Insomma, il suo ruolo sarà sempre più centrale, anche in ottica di sostenibilità per recuperare in senso green asset sottostanti come immobili che altrimenti rischierebbero di non essere valorizzati.

Per saperne di più visitare il sito.