Ritorna Mommypreneurs, il progetto di PoliHub per le giovani mamme - Startupitalia

Ritorna Mommypreneurs, il progetto di PoliHub per le giovani mamme

26 - 10 - 2020

DESCRIZIONE

mamme imprenditrici

Al via oggi, martedì 13 ottobre, la terza edizione del progetto internazionale Mommypreneurs. Organizzato in Italia da PoliHub, l’Innovation Park e Startup Accelerator del Politecnico di Milano, l’iniziativa mira al reinserimento nel mondo del lavoro delle giovani mamme fino a trent’anni, inoccupate o in maternità. Sarà possibile inviare le proprie candidature fino a mercoledì 26 ottobre, al link disponibile qui.

Cos’è Mommypreneurs

Il progetto Mommypreneurs vuole fornire le competenze utili e adatte a reinserire nel mercato del lavoro le giovani mamme, permettendo loro di dare avvio a un’attività imprenditoriale. Nel corso di due anni, oltre mille giovani mamme di sette Paesi dell’Unione Europea (Cipro, Italia, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania e Spagna), prenderanno parte a programmi di formazione della durata di due mesi. I corsi, interamente online, saranno curati da formatori professionisti e dureranno due mesi. Le lezioni avranno inizio il 2 novembre 2020 e termineranno nel mese di gennaio, per un totale di nove settimane. I contenuti saranno fruibili anche in orari diversi da quelli delle lezioni.

 

Giunto alla terza edizione, Mommypreneurs ha formato fino ad oggi più di 70 mamme. “Siamo orgogliosi di questi numeri e desideriamo supportare sempre più donne nell’avvio di una propria impresa”, ha dichiarato Enrico Deluchi, General Manager di PoliHub. “La notizia del Nobel per la chimica a Emmanuelle Charpentier e Jennifer A. Doudna dimostra che il mondo ha bisogno delle donne.

 

Il valore aggiunto che possono apportare nel mondo dell’innovazione e dell’imprenditoria è un carburante fondamentale“, ha sottolineato Deluchi. “Soprattutto in un momento come questo, in cui la pandemia ha inciso negativamente sul mercato del lavoro, penalizzando in particolar modo le mamme”. L’obiettivo di fondo, intrapreso già tre anni fa e particolarmente rilevante in questo momento, è quello di ridurre le disparità sociali ed economiche in Europa. Incoraggiando partnership e collaborazioni all’interno dei 15 Paesi beneficiari.

I partner del progetto

L’iniziativa è finanziata dal fondo EEA and Norway Grant for Youth Employment, Islanda, Liechtenstein e Norvegia. Nello scopo generale di sostenere l’occupazione giovanile in tutta Europa. Per farlo, il fondo ha già stanziato 60 milioni di euro a favore di progetti transnazionali per l’occupazione giovanile, aventi come destinatari ragazzi di età compresa fra i 15 e i 29 anni. In Italia, lo sviluppo del progetto è affidata a PoliHubInnovation Park & Startup Accelerator del Politecnico di Milano, partner del progetto e promotore dell’iniziativa.