Milano Digital Week 2021, aperte le candidature alla Call for Proposal

Milano Digital Week 2021, aperte le candidature alla Call for Proposal

12 - 02 - 2021

DESCRIZIONE

Milano Digital Week 2021

Aprono oggi, 17 dicembre, le iscrizioni per partecipare alla “Call for Proposal” della Milano Digital Week 2021. L’evento, giunto alla sua quarta edizione, è promosso dall’Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici del Comune di Milano, IAB Italia, Cariplo Factory e Hublab e avrà luogo dal 17 al 21 marzo del prossimo anno. Il tema centrale della manifestazione, intitolata “Città equa e sostenibile“, sarà una Milano che vede un suo nuovo orizzonte delinearsi sotto il profilo, economico sociale e ambientale. Le candidature potranno essere presentate fino al 12 febbraio 2021, attraverso il sito della Milano Digital Week.

 

L’edizione 2020 si è svolta a maggio a causa dell’emergenza sanitaria ed è stata focalizzata sulle trasformazioni occorse a seguito della pandemia. L’evento si è tenuto in modalità completamente digitale, raggiungendo numeri inaspettati per la rapidità di adesione alla nuova call. In particolare, 600 eventi gratuiti online, più di 200 relatori, 150 tra conferenze, webinar, tavoli di discussione, 8 hackaton, 9 lectio magistrali e il primo concerto a pagamento in streaming. Per un totale di oltre 120mila partecipanti di tutte le età e formazione.

Milano Digital Week 2021, laboratorio di transizione sostenibile

La prossima Milano Digital Week vuole porsi come un laboratorio di transizione sostenibile, fatta di innovazione, inclusività, (ri)alfabetizzazione digitale, uguaglianza e diritti. Il tutto, su uno sfondo nel quale le tecnologie e il loro utilizzo ricoprono sempre più un ruolo centrale. Individui, comunità, società, tessuto imprenditoriale e istituzioni sono tutti collegati in un sistema che vede nella collaborazione e nell’apprendimento reciproci una chiave per innovare e trasformarsi. L’evento pone questi cambiamenti come temi centrali per il 2021. Da un lato, l’equità è condizione indispensabile per riavviare e rigenerare i nodi di un sistema già in difficoltà prima della pandemia. Dall’altro, la sostenibilità, intesa soprattutto come trasmissione e passaggio di conoscenza e sapere tra le generazioni, bussola essenziale per orientarsi nella complessità di oggi, con le sue chiavi ambientali, economiche e sociali sempre più interconnesse.

 

Difatti, la città è, prima di tutto, una piattaforma di persone, del complesso delle loro relazioni, delle comunità cui appartengono, Anche Milano, luogo di elezione delle trasformazioni di breve e lungo termine, è il frutto di queste relazioni. La “Call for Proposal“, lanciata oggi e aperta a tutte e tutti, è quindi un invito a partecipare in un’ottica inclusiva e interattiva, un’opportunità rivolta a tutti per favorire il passaggio di conoscenze, strumenti e competenze verso una città più equa e sostenibile. Come negli anni passati, la formula di Milano Digital Week prevede un forte coinvolgimento di professionisti, addetti ai lavori, giovani imprenditori, cittadini e studenti, aziende, università, scuole, associazioni, fondazioni. Tutti possono proporre e animare la trasformazione “equa e sostenibile” della propria comunità, proponendo eventi digitali e, almeno in una ipotesi progettuale, anche una proposta di evento in presenza coerente e complementare con l’idea proposta.

Obiettivi e tematiche

L’obiettivo della manifestazione è la conoscenza e la valorizzazione delle esperienze e degli approcci alle tecnologie che partono dai cittadini, dal sistema produttivo e da quello accademico per trasformare la società tutta. Oggetto della “Call for Proposal” sono le applicazioni di trasformazione sociale, digitale, economica, in atto e in prospettiva. Una sfida contro il tempo che vede piccoli e grandi, aziende e individui, associazioni e scuole di ogni grado e genere coinvolti in una mutazione epocale di cui siamo tutti – contemporaneamente – attori e spettatori.

 

Trasmettere e condividere saperi e strumenti è ciò che permette di creare sviluppo reale ed è una delle aree tematiche, insieme alla (ri)ialfabetizzazione digitale (skilling, reskilling e upskilling), la capacità di utilizzare i nuovi media e le nuove tecnologie per partecipare attivamente a una società sempre più digitalizzata. Ancora oggi, l’alto livello di analfabetismo digitale e informatico incide sulla capacità di muoversi all’interno della società contemporanea. Inficiando la formazione di cittadini digitali competenti e, soprattutto, consapevoli. Il digitale può e deve essere, oggi più che mai, il facilitatore e l’abilitatore per il passaggio di conoscenze indispensabili allo sviluppo di una città più equa e sostenibile, oltre che per l’accesso ai centri di produzione di cultura e sapere.

 

Le aree tematiche di questa edizione, come in quelle precedenti, spaziano dal lavoro all’educazione, dalla smart mobility alla privacy e alle discriminazioni, dalla conoscenza al welfare digitale, la salute, il cibo e lo sport, fino ai molteplici linguaggi delle arti. Prosegue, in continuità, il coinvolgimento delle realtà internazionali, istituzionali e non, per sviluppare un dialogo di condivisione e scambio di buone pratiche con altre città avanzate ed esperte nelle tematiche ormai veicolate dal digital. Nonché l’attuazione dei progetti in essere con i principali network aziendali (open companies). Come nell’edizione 2020, la piattaforma online sarà il punto nevralgico che aggregherà tutti i contenuti della manifestazione: qui si svolgono tutti gli eventi, online e on demand, con una corrispondente regia ad hoc, per una fruizione continua, che prescinda da distanze fisiche e/o temporali.

BASE Milano, la sede dell’evento

Milano Digital Week mantiene il quartier generale a BASE, confermandosi come un progetto partecipato che vuole conoscere, potenziare e valorizzare la capacità di trasformazione della città. Valorizzando il suo tessuto connettivo, gli ambiti e gli attori d’innovazione già esistenti e non ancora conosciuti, che trascende i propri confini milanesi e diventa, per vocazione e caratteristiche del digitale, nazionale e internazionale. Una concreta opportunità di riflessione e confronto per cittadini, aziende, studenti, istituzioni, università e centri di ricerca.

 

“Il lancio di Milano Digital Week 2021 è il miglior modo per chiudere questo difficile 2020”, commenta Roberta Cocco, assessora alla Trasformazione digitale e Servizi civici. “Da oggi chiamiamo a raccolta le energie, le idee e le sfide della nostra città per costruire, insieme, il palinsesto della più importante manifestazione italiana dedicata al digitale. Anche in questa quarta edizione, grazie alla tecnologia, valicheremo i confini territoriali per raggiungere l’Italia e la platea internazionale con l’obiettivo di condividere risultati, riflessioni, buone pratiche e progetti nel segno dell’equità e della sostenibilità. Il digitale ha mostrato il suo potenziale in questo anno che sta per concludersi. Nel 2021 il suo ruolo sarà ancora più decisivo per ridisegnare, ricostruire e reinventare il nostro presente e il nostro futuro”