Premio Angi 2019: ecco le 26 aziende premiate - Startupitalia

Ultimo aggiornamento il 19 dicembre 2019 alle 12:53

Premio Angi 2019: ecco le 26 aziende premiate

Il riconoscimento, ideato dall'Associazione Nazionale Giovani Innovatori ha individuato in tutto ventisei aziende che nel corso dell'anno si sono distinte per impegno, professionalità e ingegno nei più svariati campi della tecnologia e del digitale.

Alveari hi tech, Intelligenza Artificiale e Machine Learning a supporto delle decisioni di investimento. E poi tecnologia spaziale, miglioramenti in tema nautico, indumenti intelligenti: sono solo alcune delle incredibili idee sviluppate dalle aziende e dalle startup italiane che nell’aula dei Gruppi della Camera dei Deputati, hanno ricevuto gli “Oscar dell’innovazione”, nell’ambito della seconda edizione del Premio Angi. Moderatori della cerimonia i giornalisti e conduttori Daniel Della Seta e Federica De Vizia.

Il riconoscimento, ideato dall’Associazione Nazionale Giovani Innovatori ha individuato in tutto ventisei aziende che nel corso dell’anno si sono distinte per impegno, professionalità e ingegno nei più svariati campi della tecnologia e del digitale. Le undici categorie premiate variano dalla scienza alla salute, dalla cultura al turismo, passando per mobilità, energia, ambiente comunicazione ed economia. A fare gli onori di casa Gabriele Ferrieri Presidente ANGI che dopo i saluti di rito ha voluto consegnare nelle mani della Ministra dell’Innovazione Paola Pisano il Manifesto dei Giovani innovatori, che ha così commentato: “ll nostro ruolo è quello di riuscire a connettere le iniziative tra di loro per creare una strategia unica per il Paese che prenda i ragazzi dalle Università, li faccia crescere e gli dia la possibilità di creare una propria azienda e farla crescere. L’ANGI in questo è un’associazione molto strategica per noi, perché parla di merito, di tecnologia, di donne e di tutto quello a cui stiamo lavorando. Oggi ho ricevuto questa targa e vi ringrazio, spero di tornare tra un anno per dire di essermela davvero meritata. Sono qui da pochi mesi c’è tanto lavoro da fare e tante idee da realizzare. Oggi pomeriggio porterò con me il vostro manifesto che firmo qui davanti a tutti voi molto volentieri»

“Abbiamo deciso di occuparci di futuro, perché, parafrasando Charles Kettering, uno dei più grandi inventori del XX Secolo, è lì che passeremo il resto della nostra vita – ha detto Ferrieri – Giornate come quella di oggi ci fanno capire che la strada è giusta, che i talenti nelle imprese italiane ci sono e che la grande sfida per noi è riuscire a individuarli e incoraggiarli. Ringraziamo tutte le istituzioni presenti e la ministra Pisano per aver firmato il nostro Manifesto: il nostro impegno in favore dell’innovazione si nutre anche della sensibilità e della spinta che le istituzioni possono garantire a chi ha voglia, passione e capacità di migliorare il mondo”.

I riconoscimenti assegnati

Nel corso della mattinata sono stati assegnati riconoscimenti anche ad autentiche eccellenze italiane nel campo produttivo e scientifico: lo chef stellato Heinz Beck, l’economista Giancarlo Vinacci, il giurista Marco Nicolini, l’architetto Andrea Galeazzi, l’imprenditore Walter Bartolomei, la giornalista e scrittrice Katia Ferri. Per quanto riguarda il mondo dello sport, il riconoscimento è andato alla trentenne Giulia Sulis, decisissima a intraprendere una carriera dirigenziale nel grande calcio, sfidando pregiudizi e “barriere all’ingresso”. Un riconoscimento speciale anche alla cantante Ludovica Caniglia e al medico chirurgo Carlo Farina.

“Conferire questo premio a giovani talenti dell’innovazione è per ACEA motivo di grande orgoglio – ha dichiarato Massimiliano Garri, Responsabile Area Innovation, Technology & Solutions di Gruppo Acea, che ha premiato il vincitore della categoria “Energia & Ambiente” – così come è motivo di orgoglio sostenere il Premio ANGI, portatore di un messaggio e di un impegno a favore dello sviluppo tecnologico che l’azienda condivide pienamente. Promuovere l’innovazione e le iniziative imprenditoriali dei giovani è uno degli obiettivi strategici per i quali Acea si impegna quotidianamente e concretamente, sostenendo le idee dei giovani talenti, collaborando con diverse startup, svolgendo una costante attività di scouting e portando avanti progetti come l’Acea Innovation Garage. Con quest’ultima iniziativa, abbiamo provato a trasmettere il messaggio secondo cui il futuro si crea e non si aspetta. In un solo mese abbiamo ricevuto ben 120 proposte di progetti innovati, soprattutto dai più giovani”.

Nel corso della conferenza sono intervenuti tra gli altri: Carlo Ferro Presidente Agenzia ICE – Italian Trade & Investment Agency, Francesco Boccia Ministro per gli affari regionali e le autonomie, Luca Attias – Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, Giampaolo Rossi Consigliere d’Amministrazione RAI – Radiotelevisione italiana S.p.A, Cristiano Alviti Strategic and innovation manager Comune di Roma , Anna Ascani Viceministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Pier Paolo Sileri Viceministro alla salute, Delegati Intergruppo Innovazione, gli onorevoli: Federico Mollicone Luca Carabetta, Niccolò Invidia e Massimiliano Capitanio.

 

 

Il Rapporto

Nel corso della cerimonia Roberto Baldassari, Direttore del Comitato Scientifico di ANGI e direttore Generale MG Research stato presentato il terzo “Rapporto Giovani & Innovazione 2019 – Lavoro, innovazione e social life“, realizzato in collaborazione con Angi, di cui era stata proposta un’anteprima il 5 dicembre scorso, in occasione della conferenza stampa di presentazione del Premio Angi. Lo studio mette in luce le aspettative della popolazione italiana maggiorenne, con particolare riferimento alla fascia che va da 18 ai 34 anni, su temi che riguardano lavoro, economia e politica. Interessanti le risposte dei giovani sui motivi che li spingono ad andare alle urne: la fiducia verso un partito o un candidato è preponderante (60%), mentre la volontà di protestare è un fattore decisivo per il 33%. Le intenzioni di voto della fascia giovanile premiano il Partito Democratico (27,5%), che invece raccoglie meno consensi (19,1%) considerando l’intero campione. Al contrario, la Lega “sfonda” sul campione totale (33%), ma fa meno proseliti tra i giovani (23,8%). Terza forza, il Movimento Cinque Stelle (17,1% nella fascia “verde” dato in linea con quello registrato per il totale intervistati). Significativo il caso di Più Europa che conferma, come da tradizione del partito radicale, di avere un forte appeal tra i ragazzi (7,7%), che non trova però riscontro sul totale del campione (-5,6%). Illuminanti anche le risposte sull’occupazione. La fuga dei cervelli è ritenuta un problema nazionale dal 72% degli intervistati più giovani, che a grande maggioranza (71%) vedono la richiesta di esperienza minima come la più grande barriera al loro ingresso nel mondo del lavoro. Quanto alla laurea, per il 44% può essere addirittura un fattore negativo, visto che le imprese spesso virano verso manodopera meno qualificata.

 

Le aziende premiate per categoria

FOOD&AGRITECH: Revotree; 3bee;Italian Cricket Farm.

ENERGIA&AMBIENTE: Wave for Energy; Glass to Power.

MOBILITA’&SMART CITY: Phononic vibes; Estrima; ETS Ingegneria SRL.

FINTECH: MoneyFarm; Fugen SIM; Credimi.

RICERCA&SCIENZA: UpSurgeOn; EnGenome

INDUSTRIA&ROBOTICA: Smart Robots; Sidereus Space Dynamics.

COSTUME&SOCIETA’: Limix; AccYOuRate

CULTURA&TURISMO: Monugram; LetyourBoat.

SALUTE&BENESSERE: Kokono; Health Point.

CATEGORIA HR&FORMAZIONE: EasyPark; Juno Consulting.

COMUNICAZIONE&MEDIA: MA Provider; Homepal; PromoQui.

PREMI SPECIALI A: Affidaty, Angels Lab Academy, Advantaced Processing, Reco 3.26 e Advantage Green.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter