Socyza, la piattaforma per il Terzo Settore, online con una nuova UX
single.php

Ultimo aggiornamento il 21 settembre 2020 alle 10:20

Socyza, la piattaforma per il Terzo Settore, online con una nuova UX

Tra le novità di Socyza: il controllo degli accessi contingentati, la creazione di un proprio profilo digitale, l'affiliazione per associazioni con gestionale unico

Digitalizzare il terzo settore con una serie di nuovi strumenti come la possibilità di controllare gli accessi contingentati secondo le norme anti-Covid. Socyza aiuta le associazioni nella creazione della propria sede digitale con una nuova interfaccia e user experience. “Puntiamo a diventare il tool per rendere smart le associazioni gestendo i rapporti tra soci e organizzazioni“, afferma Luca Cappiello, co-founder e CEO di Socyza.

Una piattaforma che permette di creare un profilo digitale sicuro secondo il regolamento GDPR e le norme del Libro Soci per la gestione dei tesseramenti, del rapporto con gli associati, degli incassi e delle comunicazioni. “Un’idea che ha attirato anche l’attenzione di AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport); associazione che racchiude in se 12.000 enti – riferisce il CEO – AICS è, infatti, tra le prime realtà a utilizzare la piattaforma per la sua facilità e velocità di utilizzo al fine di digitalizzare le associazioni del territorio e il rapporto con i propri soci a livello nazionale”.

Leggi anche: Socyza: la piattaforma che aiuta la digitalizzazione del Terzo Settore

 

Le novità di Socyza

Dopo il percorso di incubazione come startup di Hubble del batch 4, Socyza è adesso un prodotto in grado di offrire una gestione più fluida dei flussi con un controllo e monitoraggio degli accessi secondo le nuove norme anticontagio; una user experience più fruibile e funzionale e un appoggio normativo a supporto delle associazioni.

“Con l’ingresso nel team di Mattia Napoli, Socyza ha cambiato veste con una nuova UX e UI, ponendosi come vero e proprio tool per la creazione della propria sede digitale”, afferma Cappiello. Napoli si aggiunge alla squadra composta da professionisti del settore digitale con esperienze maturate da diversi anni. Oltre al CEO, nel team ci sono: Federico Masi, CFO; Daniele Benvenuti, CTO e scrum master; Tommaso Cecchi, growth hacker e software engineer. Una squadra di giovani tra i 30 e i 35 anni che, da partecipanti attivi nel mondo dell’associazionismo, ha recepito la necessità di creare uno strumento intuitivo e semplice da usare per comunicare e gestire le realtà del territorio nazionale.

Oltre all’implementazione dell’interfaccia, Socyza oggi offre la possibilità per ogni socio, di creare un proprio profilo digitale grazie al quale poter utilizzare al meglio tutti gli strumenti presenti in piattaforma. Tra questi:

  • La possibilità di avere sempre sotto controllo la scadenza dei propri certificati medici;
  • Gestire i pagamenti e gli ordini in scadenza;
  • Registrare e tenere sott’occhio le tessere;
  • Ricevere in tempo reale informazioni e comunicazioni sulla località dove vive o si trova.

“Utilizziamo le informazioni per fornire il miglior servizio possibile ad enti e soci nel totale rispetto delle norme nazionali e internazionali del terzo settore – spiega il CEO – Creiamo sedi digitali e profili sicuri al 100% che permettono anche di pagare online e avere sempre sotto controllo le comunicazioni dell’ente”.

Luca Cappiello

Tra le novità introdotte in piattaforma, c’è anche la possibilità di affiliazione per le associazioni che hanno un gestionale unico. “Collegando il gestionale alla piattaforma di Socyza, gli enti possono ricreare il loro network online, completando così la digitalizzazione del sistema”, afferma il CEO.

 

Cosa possono fare le associazioni con Socyza

Tra le funzionalità che già venivano offerte rientrano una una serie di servizi di tipo gestionale, in area privata gestita da tesorieri ed amministratori, e di comunicazione al pubblico, tramite la homepage. In particolar modo, con Socyza le associazioni possono:

  • Gestire i tesseramenti e creare di campagne di adesione adatte alle proprie attività, anche per minori;
  • Gestire gli incassi, ricevendo pagamenti online sicuri al 100%;
  • Gestire la comunicazione dell’ente;
  • Tenere i propri dati al sicuro secondo il regolamento GDPR e le norme del Libro Soci;
  • Gestire il trattamento dati attraverso il servizio di digital strategy MyDPO ;
  • Vendere e promuovere eventi, servizi, corsi e prodotti creando inserzioni e comunicazioni da poter inviare ai soci;
  • Raccogliere fondi e donazioni.

“Socyza prevede una prova gratuita di 30 giorni per dare la possibilità a tutte le associazioni di capire se è lo strumento sia utile per la loro realtà”, conclude il CEO.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter