Redazione

Redazione

Apr 8, 2016

10 professioni dove si faranno più soldi lavorando da freelance (e c’è anche la scrittura)

FastCompany stila la classifica dei 10 settori che oggi e in futuro offriranno più opportunità ai freelancer

L’esercito dei freelance avanza e arruola sempre nuovi lavoratori: 54 milioni in Usa, circa 9 milioni in Europa, secondo uno studio di Freelancer Union. FastCompany stila la classifica dei 10 settori che oggi e in futuro offriranno più opportunità ai freelancer.

La Top Ten

 

1. Computer e IT
2. Amministrazione
3. Contabilità e finanza
4. Customer Service
5. Sviluppatore software
6. Medicina e salute
7. Project management
8. Research Analyst
9. Scrittura e Copyrigh
10. Educazione e training

 

Domina l’IT ma occhio alle sorprese

«Anche se dominano l’IT e il software development – ma succede già da 10 anni – ci sono altri settori nei quali cresce la domanda per lavori freelance. Come l’educazione e il training. E altri che perdono posizioni, nonostante vengano ancora associati al mondo dei freelance, come i grafici e designer che sono superati dai servizi di assistenza medica a domicilio, educazione e risorse umane» spiega Brie Reynolds, direttore dell’agenzia di freelance FlexJobs che ha realizzato l’indagine.

È il miglior momento per diventare freelance

Almeno secondo Upwork, il più grande market place mondiale per freelance con tre milioni di lavori postati in media all’anno. Crescono la domanda nel content marketing (+ 136% nell’ultimo anno). Esperti di AngularJS, un framework di Java Script (+ 141 %). Incrementi anche nell’assistenza virtuale e ingegneria elettronica.

Trend e consigli

«I freelance diventeranno sempre di più leader di una nicchia di settore e si specializzeranno ulteriormente. Per esempio, “esperto di contabilità specializzato sul mercato dei droni”» continua Reynolds che poi offre un consiglio a chi ha scelto definitivamente di progettare una vita da freelance: «Vince chi si è informato sui nuovi trend, su come evolve il settore in cui è inserito e gioca d’anticipo acquisendo le competenze di cui ha bisogno» conclude.