Quali sono i CEO più ammirati al mondo? Una sfida (Musk per la prima volta batte Jobs)

Si tratta di un gioco, rappresentato benissimo in grafica da Cb Insight. Divertente. Da 68 a uno, e vince Musk che batte Jobs (e altre sfide da vedere)

Cb Insight ha chiesto ai propri lettori quali fossero i più ammirati CEO nel mondo del tech. Ne esce un quadro molto divertente, organizzato round dopo round come se fosse un tabellone di un torneo. Dentro ci sono tutti i nomi più influenti del tech mondiale. Da Jeff Bezos (Amazon) a Jack Dorsey (Twitter), battuto solo da Elon Musk (Tesla) che in finale batterà Steve Jobs. Nadella (Microsoft) arriva fino ai quarti ma perde con Larry Page (Google). E così via. Si tratta di un gioco, rappresentato benissimo in grafica dalla società di consulenza. Ma divertente da spulciare per vedere chi batte chi nell’opinione comune. Da 68 a uno. Musk. Sfida dopo sfida, qui il tabellone.

 

round-1round-2round-3

Il “ricatto” cinese che ha fatto crollare bitcoin di 100 dollari in 1 minuto, spiegato

Bitcoin era tornato sopra i mille dollari e in un minuto è sceso di 100. Per colpa dei cinesi e, soprattutto, di un paradosso: i governi non possono controllare bitcoin ma possono, con le loro scelte, influenzarne l’andamento. Abbiamo cercato di capire il perché con il founder di Euklid, Antonio Simeone

Questa app sviluppata da Prospeh (H-Farm) ti dice da dove viene il cibo. OriginTrail

Prospeh è una startup di origini slovene ha sviluppato un’applicazione che mostra le informazioni sulla provenienza dei prodotti alimentari. Fa parte della seconda edizione del Food Accelerator, il programma di H-Farm

Il futuro di Internet non è nella fibra. Così Elon Musk ci farà connettere dallo spazio

Mentre Facebook ci prova con i droni, Space X vuole lanciare in orbita più di 4mila satelliti per portare internet ovunque. L’impresa è titanica se si pensa che ad oggi ci sono solo 24 satelliti nello spazio per il GPS e che le aziende che ci hanno provato prima hanno fallito

F-Secure compra la (ex) startup italiana fondata dall’hacker Andrea Barisani

Exit per la startup di sicurezza informatica di Trieste, comprata dal gruppo del colosso finlandese degli antivirus. Con l’ingresso nel gruppo, Barisani diventa nuovo capo della Sicurezza hardware di F-Secure