Alessio Nisi

Alessio Nisi

Dic 1, 2016, 11:02pm

Alessio Nisi

Alessio Nisi

Dic 1, 2016, 11:02pm

Eucardia vince i 300 mila euro del Premio Marzotto (e tutti gli altri premiati)

La startup lombarda ha sviluppato un dispositivo per la terapia dell’insufficienza cardiaca avanzata. Vincono anche Wrap, Revolution Chain, Ono 3D Printer

Ben 71 riconoscimenti, 51 startup premiate, un montepremi complessivo di oltre 2 milioni e mezzo di euro: questi i primissimi numeri della finale della sesta edizione del Premio Gaetano Marzotto, startup competition tra le più prestigiose, che quest’anno si è tenuta a Roma, nella calotta di vetro de La Lanterna di Massimiliano Fuksas. Il Premio per l’Impresa, il riconoscimento più ambito, il grant da 300 mila euro (e un percorso di affiancamento con CUOA), è andato a Eucardia, startup lombarda che ha sviluppato un dispositivo per la terapia dell’insufficienza cardiaca avanzata. Nel 2015 il il Premio per l’impresa era stato vinto da Scent. Sette invece i finalisti del Premio dall’idea all’impresa (50 mila euro e e un percorso di affiancamento CUOA e IMPACT HUB), che è andato a Wrap, startup che ha sviluppato un tessuto prodotto attraverso la stampa 3D per trattare ferite croniche o chirugiche (anche per il trattamento di piaghe da piede diabetico).
«L’innovazione italiana ha un grande potenziale se portata all’estero. La nostra capacità creativa, trasformata in processi industriali, ha un alto tasso di unicità nel mondo, dalla manifattura alla meccatronica, dal fashion al food – ha detto in apertura Matteo Marzotto, Presidente di Associazione Progetto Marzotto che promuove l’iniziativa – Premio Gaetano Marzotto sostiene e connette le startup e le PMI innovative italiane con le più interessanti e dinamiche realtà internazionali, puntando sull’Italia 4.0, ovvero sulle idee imprenditoriali che cambieranno il Paese, per una rivoluzione non solo economica, ma anche sociale e culturale». Di mercato internazionale ha parlato anche Cristiano Seganfreddo, direttore generale di Progetto Marzotto. «Non vogliamo confinare le nostre startup in Italia – ha detto – ma renderle attive e interattive con le piattaforme internazionali. L’innovazione è adesso, e pensa in grande. Altrimenti non passa. Ma ha bisogno di non essere frammentata. Premio Marzotto si propone come attivatore concreto di networking con partner globali in dialogo con l’ecosistema italiano, dagli incubatori ai venture».

Premio Marzotto

Cristiano Seganfreddo, direttore Progetto Marzotto

Cosa fa Eucardia e perché ha convinto la giuria

Eucardia ha sviluppato un Heart Damper, dispositivo che ha l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei pazienti, offrendo loro una soluzione semplice, precoce, praticabile, economica e meno invasiva delle attuali assistenze cardiache. «Pur essendo alle prime fasi di sviluppo Eucardia – questa la motivazione della giuria – presenta un elevato livello di ambizione in quanto indirizza il mercato dei pazienti con scompenso cardiaco, una condizione patologica purtroppo già molto diffusa e in continuo aumento, permettendo loro di allungare e migliorare la qualità di vita. La giuria ha apprezzato l’innovatività e la competitività del prodotto, in un settore dove le soluzioni terapeutiche alternative sono ancora limitate e non risolutive per la maggior parte dei pazienti. Sono stati inoltre rilevati la qualità del committment del team e il livello adeguato di protezione brevettuale della proprietà intellettuale a livello internazionale».
A consegnare il premio è stato Riccardo Illy, presidente della Giuria. Emil Abirascid, il presidente del Comitato di Selezione del Premio per l’Impresa che ha visto coinvolti oltre trenta tra ricercatori, rappresentati di istituzioni, università, incubatori d’impresa, mondo della finanza e venture capitalist, giornalisti ed esperti di innovazione. Gli altri finalisti del Premio per l’Impresa sono stati Endosight, GreenBone, Lybra, Neuron Guard.

Gli altri vincitori del Premio Marzotto

François Nuyts, President & Managing Director, Amazon Spain & Amazon Italy, ha dato l’avvio alle premiazioni speciali con Shecall, braccialetto elettronico per la sicurezza personale, vincitore di Amazon Launchpad Award «per l’ottimo approccio imprenditoriale all’innovazione, il valore sociale, la sua utilità per i clienti e il suo livello di sviluppo avanzato».
Il Premio Speciale Aubay Digital Transformation è andato a Everywa.re, startup piemontese, una software factory nata nel 2015 con l’obiettivo di sviluppare una piattaforma per l’indoor navigation e il proximity marketing. E a Swascan, piattaforma interamente in Cloud per l’analisi e il monitoraggio della vulnerabilità in rete e la sicurezza informatica. Swascan ha vinto anche il Premio Speciale Cisco.
Alla startup toscana Revolution Chain il Premio Speciale EY. Ha sviluppato servizi per l’accesso e l’utilizzo semplificato alla tecnologia Blockchain, attualmente la più veloce e sicura per le transazioni peer-to-peer, come mezzo alternativo di pagamento.
Premio Speciale Gala Lab a BluNet, Premio Speciale IngDan Far Easy Development a Adpm drones, Agrisù, Chromo4vis, Lybra, Ono 3D Printer, Wenda, Panoptes 360, Smart Domotics, Smash. Premio Speciale Invitalia a Productivo.io. Mentre il Premio Speciale Unindustria CRR l’hanno vinto BluNet, Natural Living, NeptuneWater LeaksOno 3D Printer, Panoptes 360.