Le startup San Valentino: 10 regali last minute

Gli ingredienti principali del 14 febbraio sono sempre gli stessi: fiori, cioccolato, viaggi, regali. Cambia come regalarli, in modo più semplice e veloce grazie al digitale

Che si voglia festeggiarlo o no, il giorno di San Valentino colora vetrine e locali e spinge molti a cercare di organizzare qualcosa di speciale per celebrare l’amore di coppia.

Without-saying-I-love-you

Fiori, cioccolatini, cene a lume di candela sono da sempre i passatempi preferiti dagli innamorati. A volte, però, vengono in aiuto di chi non riesce proprio a farsi venire un’idea le iniziative imprenditoriali di qualche startup che ha deciso di sfruttare l’attenzione che sale prima del 14 febbraio di ogni anno. Di seguito proponiamo un elenco di 10 aziende innovative che si sono inventate un modo per associare la tecnologia a questa ricorrenza tradizionale.

1. Bloovery

Bloovery, startup che si occupa di consegnare fiori a domicilio mandando un semplice messagio dallo smartphone, arriva sul mercato italiano proprio il giorno di San Valentino. Quella dell’invio di composizioni floreali a distanza non è certo un’idea nuova. Ciò che non esisteva prima d’ora è la possibilità di ordinare il colorato dono tramite l’app dedicata, con un chatbot su Facebook Messenger o dal sito della startup. Bloovery aiuta il cliente a scegliere il fiore più adatto all’occasione, che non è solo la festa degli innamorati. Per il momento il servizio è limitato all’area metropolitana di Milano, ma l’obiettivo è raggiungere tutta l’Italia nel corso del 2017. Bloovery offre la possibilità ai millennials super connessi di riscoprire il valore di un gesto antico che si basa sul linguaggio dei fiori.

bloovery

2. Little Riot

La startup londinese Little Riot propone una soluzione a chi è costretto a passare la giornata di San Valentino senza poter vedere il suo partner. Il gadget che l’azienda ha creato si chiama Pillow Talk e permette di trasmettere in tempo reale, grazie a un bracciale e a un dispositivo posizionato sotto il cuscino, il battito del cuore della propria dolce metà. Un modo romantico per dormire insieme anche a chilometri di distanza usando la tecnologia. A comunicare non sono più i messaggi, ma il ritmo vitale di ognuno.

static1.squarespace.com

3. Musement

Forse è un po’ troppo tardi per prenotare una vacanza in una località in cui trascorrere la festa degli innamorati. Si fa ancora in tempo, però, a regalarsi un viaggio verso una meta scelta insieme. Musement, startup fondata a Milano nel 2013, aiuta i viaggiatori a organizzare nei minimi dettagli le attività da fare nelle visite in posti sconosciuti: biglietti per il museo, tour del posto, attività da pianificare per non rischiare di perdersi le principali attrazioni a disposizione. Grazie all’applicazione è possibile controllare le iniziative nei paraggi una volta raggiunta la meta e chiedere consiglio a degli esperti locali su come muoversi.

musement-mfjxdw0717hbfd2odw2n9uzvmgyv65svnm4hcnygeg-kfTE-U10901722292765ZMH-1024x576@LaStampa

4. Couple

Dalla California arriva Couple, l’applicazione che è pensata per la vita a due. Scaricandola sul proprio cellulare, i due partner possono condividere continuamente i momenti della loro quotidianità con foto, disegni e messaggi. Si tratta di un ambiente virtuale per trascorrere insieme ogni attimo della giornata e pianificare gli appuntamenti di coppia in un calendario dedicato.

Schermata 2017-02-13 alle 17.25.26

5. Wanderio – Alcitour

Per chi, proprio nel giorno in cui si celebra l’amore, non riesce ad allontanare il sospetto di un tradimento c’è l’iniziativa Alcitour di Wanderio. La startup che confronta i prezzi dei mezzi di trasporto per raggiungere una destinazione nel minor tempo possibile, offre anche la possibilità a chi vive relazioni a distanza di controllare il grado di rischio tradimento nel suo rapporto sul sito alcitour.com. In base al risultato si ottiene un buono sconto su Wanderio per raggiungere in tempo record l’amato o l’amata e togliersi ogni dubbio di essere un alce.

Schermata 2017-02-13 alle 17.38.15

6. Fanceat

Se si sceglie di preparare una cena a casa in compagnia dell’anima gemella, arriva in aiuto Fanceat. La startup torinese propone una serie di piatti di alta cucina. Successivamente fa recapitare a casa tutti gli ingredienti necessari a cucinare le pietanze scelte nelle giuste quantità agevolando i clienti nelle preparazioni complesse che escono già pronte dal ristorante. Bastano poi soli 30 minuti per ricreare un pasto degno di un grande chef sulla tavola di casa e stupire fidanzati e coniugi.

fanceat

7. Fanceat/2

La startup torinese Fanceat non ha però pensato solo alle coppie per la festa più dolce dell’anno. Sulla sua pagina Facebook ha lanciato un’iniziativa diretta ai single per offrire anche a loro un occasione di divertimento il 14 febbraio. L’hashtag scelto è #iomangioforte e dà la possibilità a chi è solo di passare in compagnia degli amici una serata e godere di ottimo cibo. E sfuggire anche ai cliché della festa degli innamorati.

8. Regalister

Funziona anche tra amici, ma il suo utilizzo ideale è quello di coppia. Regalister ha ideato un’applicazione che permette di fotografare e inserire in una wish list i regali che si vorrebbe ricevere. Il servizio lanciato dalla startup torinese Bim offre la possibilità ai partner che non riescono mai a decidere quale dono comprare di andare sul sicuro. E dimostrare di essere attenti ai gusti del proprio innamorato o della propria innamorata.

regalister

9. Cloubs

A San Valentino c’è anche chi ha voglia di uscire e cercare di conoscere persone nuove in un locale sperando di trovare quella giusta per iniziare una storia. Cloubs offre la scusa per farlo. La startup permette di ordinare e offrire un drink a una persona presente nel locale in cui ci si trova. In questo modo si superano le timidezze e si ha uno stimolo in più ad avviare una conoscenza che non sia solo virtuale. In altre parole, un modo tecnologico e comodo per rompere il ghiaccio.

cloubs

10. Tinder (con Honor)

Niente panico per chi proprio non è riuscito ad accoppiarsi per la festa degli innamorati. La più celebre applicazione di incontri Tinder ha pensato per il 2017 di aprire le sue porte a un contest ironico che premia i single. Si tratta di una collaborazione con Huawei per lo smartphone Honor. Dal 6 al 23 febbraio gli iscritti a Tinder potranno “incontrare” Honor sull’app e partecipare a un concorso: postando un’immagine simpatica con un finto partner si potrà vincere un buono sconto per l’acquisto di un Honor 6X o un Honor 8. Una piccola consolazione per chi è costretto a passare San Valentino da solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sempre più contactless e i pagamenti innovativi superano i 30 miliardi di euro

Il boom dei pagamenti contactless ne 2016 (+700% sul 2015) ha segnato una crescita positiva di tutti i “New Digital Payment”: il report dell’Osservatorio Mobile Payment&Commerce della School of Management del Politecnico di Milano

Un milione di dollari per migliorare la vita dei rifugiati: 5 progetti studenteschi in finale

Portare internet nei campi, sfruttare il biogas, fornire un sistema di trasporto ecologico, aiutare nell’apprendimento delle lingue e fornire una piattaforma per l’aiuto reciproco: sono le idee dei cinque team finalisti che si confrontano per un assegno da un milione di dollari