immagine-preview

Gen 13, 2018

Il papà di OkCupid? Preferisce il fitness alle app di dating

Dalle origini siriane agli studi di matematica, da SparkNotes a eDonkey fino all'enorme successo della sua app di dating. Ecco la storia di Sam Yagan

C’è chi, come Sean Rad di Tinder, è ossessionato dalla sua stessa creatura tanto da non riuscire a cancellare il proprio account. E chi, come Sam Yagan di OkCupid, non ha mai avuto un account sulla propria app e su nessun altro sito di dating online.

 

I genitori siriani

Diversi approcci per un risultato comune: essere i re degli incontri a livello mondiale. A dire la verità, un altro punto in comune Sean Rad e Sam Yagan ce l’hanno: entrambi hanno nel proprio sangue il Medio Oriente. Il primo è infatti originario dell’Iran, il secondo della Siria. I genitori di Yagan, venuto alla luce a Chicago nel 1977, si sono trasferiti negli Stati Uniti prima che il futuro cofondatore di OkCupid nascesse.

L’esperienza con SparkNotes

L’adolescenza di Yagan è serena e nel 1999 si laurea alla Illinois Mathematics and Science Academy, prima di frequentare un master in matematica applicata ed economia nientemeno che all’università di Harvard. La sua passione per la tecnologia risale all’adolescenza. Il giovane Sam non perde tempo. Mentre sta ancora completando il suo percorso di studi lancia infatti SparkNotes con i suoi due compagni di università Chris Coyne e Max Krohn. Si tratta di un sito per studenti che nel 2000 viene venduto alla compagnia internet iTurf per circa 30 milioni di dollari. Ma il rapporto di Sam con SparkNotes non si interrompe, visto che la casa editrice Barnes & Noble lo riassume come vice presidente dopo aver a sua volta comprato il sito nel 2001.

eDonkey

Insomma, il successo è rapido per Sam. Altro che oscura gavetta, il suo primo vero progetto fa subito centro. Ma Yagan non resta ferma. Nel 2002 lascia Barnes & Noble per guidare lo sviluppo di eDonkey, una rete peer-to-peer per la condivisione di file che attrae velocemente milioni di utenti. Nel frattempo prosegue la sua carriera accademica con un master a Stanford, anche se nel 2005 una controversia sull’infrazione delle leggi sul copyright porta alla chiusura di eDonkey.

Il lancio di OkCupid

Ma Sam ha già pronto un asso nelle manica. Si tratta di OkCupid, fondato nel 2003 con i suoi vecchi compagni Coyne e Krohn. Il sito di dating cresce in maniera non dirompente ma costante, fino a quando nel 2011 Yagan e i suoi partner lo cedono alla IAC/InterActiveCorp per un prezzo stimato intorno ai 90 milioni di dollari. La compagnia include altri siti di incontri come Match.com. Si tratta di un settore nel quale Sam e i suoi amici avevano capito ci sarebbero state grandi potenzialità di crescita.

La Corazon Capital

Dopo aver ricoperto la carica di Cep della Match.Inc per tre anni, Yagan ha assunto la carica di vicepresidente della compagnia dopo una raccolta fondi di grande successo che porta nelle casse dell’azienda circa 400 milioni di dollari. Il suo attivismo non si ferma qui. Yagan investe molto sull’innovazione. Nel 2014 ha infatti fondato la Corazon Capital LLC, società di Chicago che mira a investire nelle startup dell’Illinois operanti nel tech.

Gli investimenti di Yagan

L’interesse principale di Sam è infatti consentire ad altri giovani brillanti come lo è stato lui di dare il via alle loro attività. “Ormai faccio parte di un executive team di un grande gruppo ma quello che so fare meglio è cominciare un’attività”, ha confessato più volte Yagan, che allo stesso tempo ha detto che l’unica app di cui è dipendente è Fitbit, l’azienda conosciuta per i suoi prodotti tracciatori di attività che tramite wireless e dispositivi indossabili, misurano i dati quali il numero di passi, qualità del sonno, gradini saliti, e altre metriche personali.

Niente app di dating

Sam ha dunque affermato di non essere un utente dell’app da lui creata. “Ero già fidanzato con quella che sarebbe diventata mia moglie quando ho dato vita a OkCupid”, ha spiegato. Una storia lunga e nata quando era ancora molto giovane. Sarà per questo che OkCupid, rispetto a Tinder o altre app di dating, è molto più focalizzata sugli interessi comuni nella speranza di aiutare davvero gli utenti a trovare “il vero amore”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter