bandi

TILT, il bando per startup di Innovation Factory. Qui per partecipare

Il bando è denominato IFChallenge ICT ed è stato pubblicato da Innovation Factory, l’incubatore certificato di AREA Science Park e da Teorema. Candidature entro il 31 gennaio 2017

TILT (Teorema Incubation Lab Trieste) annuncia la nuova selezione pubblica dedicata a startup costituite o team impegnate a realizzare soluzioni innovative per il mondo B2B in ambito ICT. Il bando è denominato IFChallenge ICT ed è stato pubblicato da Innovation Factory, l’incubatore certificato di AREA Science Park e da Teorema.

tilt-1

Con questo bando, TILT selezionerà progetti imprenditoriali con l’obiettivo sia di favorire la crescita di startup innovative sia di individuare quelle di cui diventare soci per affiancarne e sostenerne lo sviluppo.
Per essere ammessi alla selezione, è necessario operare in uno dei seguenti settori:

Realtà Virtuale/Augmented/Mixed Reality – La frontiera della ricerca attraverso spazi virtuali, prototipi tridimensionali nello spazio reale, esperienze digitali che permettono di conoscere e visitare musei, gallerie, ricostruzioni del passato attraverso i nuovi spazi della realtà virtuale.

Maker/Bots – Tecnologie legate allo sfruttamento della stampa 3d, dalla ricerca medica al design. Spazio alla creatività e al mondo delle idee e la loro realizzazione fisica.

IOT. Internet of Things – L’utilizzo di dispositivi fisici che dialogano fra loro attraverso Internet. Tecnologie che consentono di rendere intelligenti prodotti e sistemi, dalla sveglia che si regola automaticamente in base al traffico stradale al sistema di riscaldamento domestico che si attiva quando stiamo per tornare a casa, dal monitoraggio dei consumi energetici all’ottimizzazione dei consumi.

Big Data e Business Intelligence – La capacità di gestire basi dati sempre più importanti e la sintesi, l’interpretazione e lettura dei risultati emergenti dalle informazioni raccolte.

Machine Learning – Sistemi di intelligenza artificiale che permettono alle applicazioni di apprendere senza che sia necessaria la loro puntuale programmazione, programmi in grado di cambiare quando esposti a informazioni/dati nuovi.

Cognitive Services – L’utilizzo di sistemi di intelligenza artificiale per la realizzazione di applicazioni in grado di utilizzare il linguaggio naturale, interpretare la reazione e il coinvolgimento dei soggetti a una situazione (per esempio, il gradimento di una vetrina di un negozio), o suggerire comportamenti (come l’acquisto in un sito di e-commerce).

Home / Building Automation – Tecnologie della casa intelligente e delle smart-city; in particolare, supporto ad anziani e a chi ha necessità di assistenza continuative, gestione sostenibile del consumo energetico, wireless power.

Digital Marketing – Tecnologie che permettono di sfruttare Internet per rendere competitive aziende, nuovi prodotti e servizi a livello sia nazionale sia globale. Ha un ruolo sempre più importante il “Social Media Marketing”, ovvero lo sfruttamento delle piattaforme Facebook, Linkedin, Periscope, etc. per raggiungere e dialogare con le persone.

Il mondo delle App – L’universo degli smartphone e delle idee, che ha cambiato il modo di vivere di oltre un miliardo di persone, un’esperienza da mettere a disposizione di aziende e Istituzioni per realizzare la prossima generazione di prodotti e servizi cavalcando la trasformazione digitale.

Il bando si chiuderà il 31 gennaio 2017. I requisiti e le modalità di ammissione sono consultabili sui siti www.teorema.net e http://if.areasciencepark.it/.

«In questi mesi abbiamo incontrato persone di grande talento con idee davvero originali. Ma succede anche che la mancanza di esperienza commerciale e gestionale o l’incapacità di strutturarsi e darsi dei processi penalizzino l’impresa e determinino il fallimento dell’iniziativa. Con TILT e con questi bandi vogliamo supportare concretamente i futuri imprenditori inserendoli in un ecosistema dove possono trovare team con visione ed esperienza, strumenti e risorse per sviluppare e crescere, anche su mercati internazionali» dichiara Michele Balbi, Presidente di Teorema.

TILT offre alle startup selezionate sia supporto economico sia servizi.

Fra questi vi sono la disponibilità di spazi di lavoro attrezzati a Trieste, Padova e Milano, il supporto alla individuazione delle tecnologie corrette, il sostegno alla fase iniziale dello sviluppo anche con l’ingresso nel capitale sociale, la creazione di contatti con i principali attori del mondo della tecnologia – come Microsoft, Google, Amazon – la formazione e il tutoring tecnologico, il supporto tecnico, le risorse qualificate per lo sviluppo dei prodotti e la risoluzione dei problemi tecnici, il supporto gestionale e amministrativo, la disponibilità del networking commerciale e marketing di Teorema per la vendita dei prodotti e dei servizi. Inoltre, asset molto importante, la disponibilità del patrimonio intellettuale di Teorema come “dote tecnologica” alle startup più brillanti.

Il processo di selezione sarà suddiviso in più fasi e ci saranno più requisiti che guideranno TILT nella scelta delle startup. Le soluzioni proposte dovranno infatti essere rivolte al pubblico Business/Aziendale, preferibilmente nei comparti Manufacturing, Fashion, Turismo, PA, dovranno essere originali e non ancora consolidate sul mercato.

Ideato da Teorema Engineering e dal suo Presidente Michele Balbi e presentato a marzo 2016, TILT è stato realizzato in partnership con AREA Science Park, il primo parco scientifico e tecnologico nazionale che opera sotto il controllo del MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con l’Università degli Studi di Trieste e Microsoft Italia e il contributo del Comune di Trieste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Chi c’è e di cosa si parla al Data Driven Innovation a Roma

24 e 25 febbraio il Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma Tre ospita la seconda edizione dell’appuntamento dedicato alla data driven innovation. Fra gli speaker Raffaele Lillo (Italian Digital Transformation Team) che interviene sul tema Digital Transformation of the Italian Government

«Più sei popolare su Facebook più ti facciamo risparmiare su quello che compri»

Il potere degli influencer applicato all’eCommerce: fare un post su Facebook dicendo cosa compri può valere dai 5 ai 10 euro. E’ l’algoritmo della startup italiana Worldz. Dopo il round da 150K abbiamo intervistato il founder e Ceo, Joshua Priore

Parte Renew the book per accelerare le migliori startup editoriali

Algoritmi o community online? Chi sceglierà i libri che leggeremo domani? Abbiamo chiesto a Tomaso Greco di bookabook di raccontarci che cos’è Renew the book, il contest di accelerazione riservato a cinque startup che innovano l’editoria libraria

Perché per un mese, ogni martedì, siamo usciti dalla nostra redazione (e non finisce qui)

Siamo bravi con le parole, ma ci piace di più fare: così è nato un format di networking “leggero” e anche un po’ “carbonaro”. Le quattro colazioni The Next Tech a Milano con le startup sono state utili? Chiedete pure feedback a chi c’era