15 startup italiane che ti renderanno più sopportabile la vita in città (dalla spesa ai bonifici)

C’è quella che ti fa viaggiare meglio, quella che ti fa saltare la coda, quella per mangiare cibo sana, per noleggiare abiti per una cerimonia particolare, organizzare eventi con amici. Sono 15 le startup da città

C’è quella che ti fa viaggiare meglio, quella che ti fa saltare la coda, quella per mangiare cibo sano, per noleggiare abiti per una cerimonia particolare, organizzare eventi con amici. Sono 15 le startup che migliorano la vita in città. Ecco quali sono e perché le abbiamo selezionate.

 1. Qurami

La startup di Roberto Macina nasce per porre rimedio al problema delle code negli uffici pubblici, e non solo. In sostanza è un’app che consente di prenotare il proprio turno, e conoscere il numero esatto di persone davanti a sé e il tempo stimato di attesa. L’app è stata tra le 5 startup che il 22 gennaio hanno incontrato il Ceo di Apple Tim Cook a Palazzo Chigi. Di recente ha chiuso una partnership con Trenitalia. Poco più di 1 milione di euro raccolti dagli investitori (tra cui IAG e LVenture Group).

A cosa serve? Per risparmiare tempo e poter svolgere più commissioni nella stessa giornata.

qurami

Team di Qurami in foto con Luca Maestri, CFO di Apple

2. Comunicacity

Il Ceo, Benedetto Pacitto, ha creato uno un’app che mette in comunicazione le pubbliche amministrazioni con cittadini ed imprese. Info utili per cittadini su orari e recapiti degli uffici comunali e dei luoghi pubblici come ospedali, farmacie, scuole, regolamenti, permessi. Finalista lo scorso anno ai Wind Startup Award, oggi è partner ufficiale di Ancitel Spa e Poste Italiane Spa.

A chi è utile? A chi vuole info a portata di mano senza perdere tempo prezioso a cercarle sul web da fonti diverse.

3. Foodinho

Matteo Pichi ha lanciato un servizio di consegne di cibo con bici. L’utente visiona i menu online, ordina, può pagare con certa di credito o alla consegna che avviene entro 30 minuti dall’ordine. Recentemente, la startup ha fatto un exit, acquistata dalla spagnola Glovo, servizio che ti permette di acquistare qualsiasi prodotto e riceverlo in pochi giorni.

A chi aiuta? Perfetta per i “work alcholic” che alcuni giorni non hanno neanche il tempo per fare pausa pranzo.

4. Drexcode

La startup, guidata da Federica Storace e Valeria Cambrea, è un servizio online di noleggio di abiti e accessori delle ultime collezioni delle più prestigiose case di moda italiane e straniere a un valore del 10-15% del prezzo d’acquisto. A febbraio 2016 ha ricevuto un round di 1,03 milioni di euro (Innogest, LVenture Group, Ligur Capital, IAG) che servirà a espandere il servizio all’estero.

E se vuoi metterti in ghingheri a un meeting? Utile sopratutto a chi vuole fare una prima buona impressione. L’abbigliamento e l’eleganza sono un buon biglietto da visita.

drexcode

Federica Storace e Valeria Cambrea di Drexcode

 

 5Cortilia

Marco Porcaro ha ideato un e-commerce di prodotti alimentari a filiera corta, per chi vuole mangiare bene pur restando in città. Con Cortilia puoi ricevere prodotti tipici locali (frutta, verdura, formaggi freschi, salumi) direttamente a casa tua. Dal 2011 a oggi ha ricevuto 2,5 milioni di investimenti totali.

Quanto è importante mangiare bene? Una buona alimentazione è fondamentale per la salute del corpo e della mente. Ma spesso non sappiamo dove reperire prodotti di qualità. Cortilia può essere la soluzione.

6. MiSiedo

È Simone Tomaello il Ceo di una startup nata da una collaborazione tra 2night, società di comunicazione e l’acceleratore HFarm. Si tratta di un servizio di prenotazione di tavoli per i migliori ristoranti in Italia. I clienti prenotano via web o smartphone, mentre i ristoratori monitorano le prenotazioni con un’app per iPad.

Non hai il tempo di prenotare un ristorante? Sembra incredibile, ma spesso accade. La tua giornata lavorativa è estenuante, hai promesso una cena fuori a un amico o un’amica. Ma non hai il tempo di fare una telefonata e prenotare un tavolo. Un’app così può aiutarti a non deludere le attese, risparmiando tempo.

7. Supermercato24

Ha vinto la seconda edizione di 360by360 competition, con un seed di 360mila dollari, la startup di Enrico Pandian che ha ideato un servizio di consegna della spesa a domicilio usando shopper, persone selezionate che fanno gli acquisti per te. Attualmente il servizio è disponibile in circa 60 città.

Oggi chi la fa la spesa? A chi di voi non è capitato di fare una domanda del genere senza trovare uno straccio di volontario. Ebbene, Supermercato24 ti aiuta a trovare tutti gente disposta ad aiutarti. Salvi la cena, aiutando gli altri a guadagnare qualcosa. E’ la sharing economy, che bellezza!

8. ViaggiArt

Nasce per promuovere il patrimonio culturale di ogni città, l’idea di Giuseppe Naccarato e Stefano Vena. Scarichi l’app, ti geolocalizzi e conosci tutti gli eventi culturali più vicini a te. A febbraio 2016 è stata premiata da Confcommercio come l’azienda più innovativa nel settore turismo.

Stranieri nella propria città. Capita a molti di noi di sapere meno cose della nostra città di un turista. Il problema spesso è dove informarsi per conoscere news ed eventi. Con una sola app non ti sentirai più straniero nel posto in cui vivi.

Stefano-Vena-e-Giuseppe-Naccarato

Giuseppe Naccarato e Stefano Vena di ViaggiArt

9. Ganiza

Idea di tre siciliani, Francesco Marino, Valentino Romano, Daniele Virgillito, ti aiuta a scoprire gli eventi in città e a organizzare una serata con i tuoi amici in pochi click: scegli cosa fare, crei una lista, i tuoi amici la votano e parte il divertimento.  Scelta tra le cinque app che hanno pitchato davanti a Tim Cook, ha ricevuto recentemente il suo primo round da Sistema Investimenti Spa, holding guidata da Antonio Zagara.

Cosa facciamo stasera? Non sempre la risposta è immediata. Difficile seguire le teste di ogni amico, capire le preferenze e trovare le serate giuste. Ganiza ti aiuta a farlo in modo immediato e dopo una giornata di duro lavoro che c’è di meglio di una serata tra buoni amici?

10. Wanderio

La startup ti offre la possibilità di pianificare ogni singolo tratto di un itinerario e scegliere i mezzi di trasporto più idonei per compierlo (taxi, treni, car pooling, voli, aerei) confrontando tariffe e orari. L’idea è di Matteo Colò, Disheng Qiu e Luca Rossi.

E come ci arrivo? Un nuovo posto da raggiungere per un’uscita romantica, un colloquio di lavoro o altro. E non sai come raggiungere la destinazione nel modo più veloce. Quest’app ti aiuta a non perdere tempo sul web e ad arrivare puntuale a ogni appuntamento.

11. Doveconviene

Ha raccolto più di 20 milioni, l’idea di Alessandro Palmieri e Stefano Portu, che aiuta le persone a risparmiare attraverso la digitalizzazione dei cataloghi e volantini, sfogliabili oggi su pc, smartphone e tablet. La piattaforma è utilizzato ogni mese da circa 7 milioni di persone.

Come faccio a risparmiare? La vita in molte città è diventata davvero costosa e gli stipendi sembrano non bastare mai. Eppure ci sono tante offerte per comprare a prezzi più bassi ed arrivare sereni a fine mese. Quest’app può aiutarti a vivere il mese senza troppa ansia.

12. EasyFeel

Idea di tre ragazzi laureati in Bocconi Daniel Amroach, Danny Nasato e Andrea Rocco aiuta a trovare professionisti del pulito che ti aiutano nella pulizia del tuo appartamento o del tuo ufficio. Oggi il servizio è attivo a Milano, Roma, Torino, Bologna e  Firenze.

Vorrei farlo, ma non ho tempo! Anche pulire casa richiede tempo, che a volte non hai. Allora hai due alternative, o vivere in una discarica, o farti aiutare da app come questa. A te la scelta.

easyfeel

Daniel Amroach, Danny Nasato e Andrea Rocco di EasyFeel

13. Le Cicogne

L’idea di Monica Archibugi è un servizio i baby-sitting, baby-teaching, baby-taxi. Il servizio è nato ad aprile 2013.  La startup organizza anche corsi a pagamento per genitori con argomenti come primo soccorso pediatrico, e le manovre di disostruzione, per liberare le vie aeree di un bambino da un corpo estraneo.

A chi affido il mio bambino? Ogni tanto fa bene per ogni coppia ritagliarsi un proprio spazio. Ma quando hai bambini anche organizzare una semplice cena fuori può essere problematico. Con questo sito trovi persone affidabili e qualificate a cui affidare tuo figlio senza alcun timore.

14. Satispay

Ha raccolto più di 10 milioni la startup di Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. Satispay è un’app che ti consente di inviare soldi da uno smartphone a un altro, effettuare addebiti e accrediti da tutti i conti dei Paesi europei con due soli passaggi.

Devo passare in banca e fare quel bonifico… Sì è vero, c’è il pc, puoi collegarti, inserire il pin e saldare il tuo debito. Ma quanto tempo risparmi se puoi fare quest’operazione semplicemente digitando qualche tasto del tuo smartphone?

15. Fitaborate

E’ il Ceo di una piattaforma di fitness che con video tutorial ti aiuta a tornare in forma da solo o con i tuoi amici. La startup è incubata in Wellness accelerator, il programma di accelerazione di Technogym.

Sei ingrassato, te lo dicono tutti. Niente paura, basta fare un po’ di movimento. E se non hai soldi o tempo per iscriverti in palestra, scarichi quest’app e trovi tanti video tutorial per rimetterti in forma, allenarti da solo o in compagnia di qualcuno.

Latte di mucca senza mucca, il nuovo trend food tech è la fermentazione

Ovviamente non quella tradizionale ma potenziata dalla coltura di materie prime e molecole di base in laboratorio. La startup californiana Perfect Day lancerà la bevanda entro l’anno