Exit: SAP compra l’italiana Plat.one in un mega piano per l’IoT da 2,2 miliardi

Il colosso tedesco di software enterprise ha annunciato un piano in 5 anni nello sviluppo di soluzioni nell’Internet Of Thing. E acquisisce anche la (ex) startup di Filippo Murroni

SAP, il colosso tedesco del software per aziende (enterprise), ha annunciato un piano di investimento di 2,2 miliardi di dollari in 5 anni per espandersi nel mercato dell’Internet Of Things. Come parte di questo impegno, SAP ha acquisito la startup italiana IoT Plat.One e la software house norvegese di analisi di Fedem Technology. Plat.One sostiene il rapido sviluppo e la gestione sostenibile di ambienti IoT aziendali, tra cui prodotti connessi, smart city, trasporti connessi e produzione smart. Ha sede a Palo Alto, ma è stata fondata nel Nord Italia, dove il suo team di ricerca è ancora basato. Plat.One sarà integrata nella piattaforma dati Hana Cloud di SAP.
L’obiettivo di SAP è aiutare aziende e pubbliche amministrazioni a beneficiare della proliferazione di sensori e terminali smart e sfruttare a pieno le potenzialità dei Big Data. Il piano di SAP prevede anche nuove soluzioni dedicate all’Industry 4.0 come jump-start, sistema progettato per dare connettività operativa e dei sistemi aziendali, necessari per eseguire controlli sui funzionamenti delle macchine e sulle attività di produzione. «Con miliardi di dispositivi collegati, abbiamo la possibilità di rimodellare la società, l’economia e l’ambiente» ha detto il CEO di SAP Bill McDermott.

plat.one

A sinistra Filippo Murroni, founder e CTO di Plat.one, a destra John Bates, CEO di Plat.One

 

Come startup abbiamo realizzato grandi progetti

«Siamo felici di far parte di SAP – ha dichiarato Filippo Murroni, fondatore e CTO di Plat.One – abbiamo realizzato progetti fantastici come startup e ora desideriamo solo contribuire strategicamente a un’azienda tanto più grande di noi». Per John Bates, CEO di Plat.One, «è un grande riconoscimento per il team e la tecnologia Plat.One essere stati selezionati da SAP per diventare componenti chiave della sua offerta IoT – ha detto – riteniamo che questa acquisizione riuscirà a rafforzare e cementare ulteriormente la posizione di SAP quale leader globale nello spazio dei servizi connessi e siamo lieti di poter partecipare a questa opportunità».

SAP ha l’obiettivo di aprire nuovi laboratori di ricerca e consulenza (IoT Labs) a Berlino, Johannesburg, Monaco, Palo Alto, San Leopoldo e Shanghai. Queste sedi permetteranno a partner, startup e clienti di testare nuove soluzioni, ospitare eventi e incontrare i consulenti di SAP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rocket Lab ha lanciato il primo razzo con il motore stampato in 3D

Il test di lancio è avvenuto il 25 maggio in Nuova Zelanda e ha dimostrato la capacità di Electron di portare in orbita piccoli satelliti e di rendere lo spazio un po’ più accessibile a tutti