La Nuova Zelanda cerca 100 talenti digitali (e ti paga il viaggio per il colloquio)

Dopo aver promosso la nascita di startup e aziende tech, la città di Wellington ora vuole assumere “100 tra le persone più qualificate del pianeta” per fare crescere l’ecosistema

Se non avete impegni tra l’8 e l’11 maggio potete inviare il curriculum e fissare un colloquio di lavoro a Wellington, in Nuova Zelanda: viaggio aereo e spese le pagano loro. Davvero.

wellington

Si tratta di un piano per attrarre nuovi talenti messo a punto dal dipartimento dello Sviluppo economico della capitale neozelandese, che da anni ha promosso iniziative volte a trasformare la città nella “capitale tecnologica del Sud Pacifico”.

AAA cercansi 100 talenti digitali da tutto il mondo

“Wellington – si legge sul sito dell’iniziativa – ospita una delle più vivaci realtà di sviluppo tecnologico del Sud Pacifico ed è ricca di nuove aziende e di idee. Ma ci servono persone in grado di farci crescere. Per questo vogliamo portare qui 100 tra le persone più qualificate del pianeta e offrire loro un lavoro”.

Persone più qualificate del pianeta che la Nuova Zelanda intende portarle fisicamente, al punto da spesare ai candidati il viaggio e un’intera settimana di permanenza. Le posizioni aperte, quindi, sono 100 e provengono per lo più da aziende e startup digital nate negli ultimi anni nell’isola proprio grazie ai programmi di sviluppo economico istituzionali. Tra i profili più ricercati quello di sviluppatori Android, Javascript e web architect.

@aldopecora

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti