immagine-preview

Mag 17, 2018

Finanziamento da 600K per Worldz, la startup che ti fa guadagnare con i social

A StartupItalia! il founder Joshua Priore: "Le dinamiche di Facebook sono molto più simili a quelle sociali di quanto non si creda. Qualche trucco per essere più social"

È arrivato a varcare la simbolica quota di 600mila euro il valore dell’ultima tornata di finanziamenti di Worldz, la startup milanese che ha sviluppato un software capace di stimare economicamente il valore delle condivisioni social degli utenti fornendo loro l’opportunità di avere sconti ad hoc su ogni acquisto in cambio di un post su Facebook.

Ma il CEO Joshua Priore puntualizza: «Il nostro round potrebbe non essersi chiuso totalmente: sono infatti rimaste aperte alcune possibilità». Intanto, comunque, Worldz, la startup che fa provare l’ebbrezza di essere dei piccoli influencer (o ci sbatte contro la dura realtà di parlare al vuoto), porta a casa investimenti pari a 600mila euro. Alla campagna di crowdfunding di successo, che ha permesso la raccolta di 160mila euro, si aggiungono infatti i 400mila euro messi sul tavolo da Invitalia SpA e 50mila euro di nuovi investimenti.

 

Joshua Priore: “Dobbiamo dimostrare di aver meritato quei soldi”

«Ammetto che non pensavo che i tempi di Invitalia potessero combaciare con le nostre esigenze. Inizialmente, ci siamo avvicinati con scetticismo», rivela Joshua Priore. «Invece, siamo rimasti positivamente sorpresi: il meccanismo funziona. Soltanto un anno fa non lo avrei mai detto». Quindi, l’ad di Worldz conclude:  «Adesso dobbiamo essere noi startup a dimostrare che gli investimenti di Invitalia non siano stati buttati restituendo al Paese ciò che abbiamo avuto».

“Entro 2 anni dobbiamo raggiungere i 4 milioni di Euro di fatturato”

«Continueremo a fare tecnologia, rendendo il nostro prodotto più performante», continua Joshua Priore parlando di come verranno investiti ora quei soldi. «Apriremo una sede a Napoli per la ricerca e lo sviluppo, mentre a Milano ci concentreremo sul fronte commerciale». Gli investimenti verranno utilizzati, principalmente, per l’assunzione di nuove figure professionali nel reparto Sales ed IT. In secondo luogo, i fondi verranno dedicati allo sviluppo di un’attività di marketing mirata. «Entro il 2020 – spiega Priore – vogliamo raggiungere un fatturato pari a 4 milioni di euro, con il superamento del milione di utenti attivi mensili».

Leggi anche: La startup che calcola il valore dei tuoi post su Facebook chiude un round da 150K. Worldz

Su Facebook valgono le stesse regole sociali della vita di tutti i giorni

Potevamo farci sfuggire l’occasione di chiedere a Joshua Priore qualche consiglio su come diventare influencer affermati come Chiara Ferragni? «Per essere forti sui social bisogna condividere con moderazione: non condividere mai o condividere sempre sono azioni sbagliate. Inoltre bisogna saper variare: si può parlare di politica, ma anche commentare il risultato di una partita e magari postare pure una foto della vacanza con la propria ragazza». Il CEO di Worldz inoltre avverte: «Bisogna selezionare le amicizie, evitare di accettare le richieste di tutti e non inviarle a caso». Si deve quindi costruire una platea potenzialmente interessata a ciò che pubblicheremo.

 

Chi trova un amico trova un tesoro, specie sui social

Insomma, al netto delle raccomandazioni – sicuramente preziose – di Joshua Priore, si scopre che le dinamiche di Facebook rispecchiano quelle sociali: per avere fortuna con gli altri, meglio non fare i musoni ma nemmeno essere logorroici e, soprattutto, evitare di annoiare diversificando gli argomenti. Un’ultima precisazione degna di nota: «Circondarsi di amici veri, nel senso di persone che ci conoscono fisicamente: saranno loro a farci da megafono, veicolando ciò che pubblicizziamo presso persone differenti con le quali non abbiamo alcun legame».

Forse non diventerete dei novelli Chiara Ferragni (13 milioni di followers solo su Instagram), anche perché non ci si puoi improvvisare delle Kendall Jenner (quasi 91 milioni), ma con un po’ di impegno è possibile iniziare a farsi sentire. E chissà se, passo dopo passo, non si arrivi a competere con Selena Gomes: 136 milioni di fan.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter