immagine-preview

Ago 9, 2018

Con la Cikala fanno affari clienti e negozianti

Un servizio di proximity marketing che permette ai piccoli negozianti di raggiungere i clienti con offerte mirate. Un esempio di quello che è possibile fare oggi con la tecnologia per il retail

Risparmiare tempo e denaro facendo acquisti mirati. E, al tempo stesso, aumentare visibilità, vendite e fatturato. Sono questi i due grandi vantaggi che offre Cikala, rispettivamente a consumatori e negozianti. La startup innovativa fondata da tre giovani ingegneri – David Greco, Augusto Casillo e Carmine Mattera – ha realizzato infatti un’app di proximity marketing per Android e iOS, che consente la geolocalizzazione di persone e attività commerciali senza l’utilizzo del GPS. Tutte le piccole attività locali convenzionate con Cikala potranno così inviare le proprie offerte sugli smartphone dei clienti che circolano in prossimità dei loro negozi.

Come funziona

«Il nostro punto di forza è un sistema di geolocalizzazione innovativo, che permette di raggiungere i potenziali clienti anche in zone non garantite dal GPS, come le aree al coperto – spiega Augusto Casillo, CEO di Cikala – e non richiede l’attivazione dell’antenna bluetooth». Accade così che camminando per strada potremo ricevere le migliori offerte in circolazione da bar, ristoranti e supermercati. La tavola calda sotto al vostro ufficio sta facendo dei menu a prezzo fisso per il pranzo? Potrà inviare sul cellulare di tutti gli utenti Cikala una notifica (o “Cik”) per avvisarli del menu del giorno. E i vantaggi, ovviamente, sono per tutti. I commercianti possono così aumentare il loro business promuovendo le loro offerte in maniera mirata.

 

Questo aiuterà a incrementare il traffico nello store, aumentare l’engagement degli utenti e pianificare strategie di marketing altamente targettizzate ma, al tempo stesso, “low cost”. I consumatori, dal canto loro, hanno la possibilità scegliere come e dove andare a spendere al meglio i propri soldi tra i punti vendita presenti nella zona in cui si trovano in quel momento.

 

 

Inoltre, per non essere tartassati da messaggi pubblicitari, si potrà scegliere l’area e anche i singoli negozi per i quali ci interessa ricevere informazioni su prodotti, offerte e sconti personalizzati.

Nuovi servizi in arrivo

L’app Cikala in realtà ha una genesi particolare. Inizialmente infatti, il servizio nasce per combattere lo spreco alimentare. L’idea era quella di un’app che potesse aiutare le Onlus a recuperare il cibo avanzato a ristoratori e commercianti, che normalmente viene buttato. Mettendoli in contatto, le associazioni avrebbero potuto distribuire questo cibo ai più bisognosi e anche segnalare, di volta in volta, le proprie necessità agli esercizi commerciali. Un’idea che non è del tutto tramontata. «Siamo alla ricerca di business angel che credano in noi e ci appoggino per sviluppare ancora altri servizi che con l’aiuto delle nuove tecnologie possano rendere più semplice la vita di tutti i giorni», ha spiegato Casillo.

 

Intanto, lo scorso anno Cikala si è classificata seconda alla Call for Innovation su “Object recognition for a smart checkout” lanciata da Bricoman Italia. Oltre al premio in denaro, ha ottenuto la possibilità di avviare una collaborazione industriale con Bricoman Italia, che adotterà la soluzione tecnologica nei suoi punti vendita.

La rivoluzione del retail

Le capacità e le funzioni di Cikala sono solo l’esempio delle potenzialità che la tecnologia offre rispetto all’innovazione nel settore del retail. Temi che saranno al centro del prossimo 33° Salone Franchising Milano, a FieraMilanoCity dal 25 al 27 ottobre 2018: fino al 20 agosto, inoltre, è possibile partecipare a Re.Start – Smart Up Your Business. Una call che nasce con l’obiettivo di selezionare e premiare le migliori nuove idee legate al mondo del retail & franchising, con in palio un premio da 150K euro.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter