Mamacrowd: i successi del 2019, le novità del 2020
single.php

Ultimo aggiornamento il 14 dicembre 2019 alle 15:58

Mamacrowd a SIOS19, il successo delle aziende dipende anche dall’ecosistema che le circonda

Il prossimo anno la piattaforma di equity crowdfunding estenderà il proprio ambito di attività e scenderà in campo con nuove funzionalità tecnologiche

La piattaforma di equity crowdfunding, ideata e gestita dalla srl SiamoSoci, chiude il 2019 con un bilancio molto positivo. “I numeri confermano anche quest’anno la preferenza degli investitori, che vedono in Mamacrowd sempre più il punto di riferimento per i propri investimenti alternativi”, afferma Dario Giudici, presidente e amministratore delegato di SiamoSoci-Mamacrowd.

E per il 2020 sono arrivo altre novità, sia sotto un profilo prettamente tecnologico, che da un punto di vista imprenditoriale, che vedrà estendere ulteriormente il campo di azione.

Le novità del 2019          

Con un totale di 28 milioni di euro raccolti e 66 aziende finanziate con successo, Mamacrowd si conferma la piattaforma di riferimento digitale per l’equity crowdfunding.

“Il mercato è in continua crescita e la nostra posizione di leadership si è confermata anche per quest’anno. Siamo molto contenti di questa rinnovata fiducia del mercato sul nostro operato – afferma l’a.d. Giudici – Tra le novità che hanno caratterizzato il 2019, c’è il recente allargamento delle attività, che consente alle PMI di collocare tramite portali come Mamacrowd anche strumenti di debito. In questo modo, le imprese hanno più possibilità di raccogliere capitale: un’opportunità in più non da poco per il tessuto imprenditoriale italiano, ma anche per i risparmiatori che sono da sempre più avvezzi agli investimenti obbligazionari”.

Dario Giudici

Questa novità si va ad aggiungere a una precedente estensione del regolamento sull’equity crowdfunding che ha esteso la possibilità di usare questo strumento a tutte le PMI. “Anche sul segmento delle aziende in uno stadio di crescita più avanzato rispetto alle startup stiamo registrando un buon riscontro del mercato. Il potenziale è importante – spiega Giudici – se consideriamo che attualmente sono tra le 150.000 e le 200.000 le PMI che possono rivolgersi al mercato dei capitali attraverso la piattaforma. Per gli investitori questo significa avere più possibilità di scelta e di diversificazione del proprio portafoglio di investimenti alternativi a quelli tradizionali, che devono fare i conti con bassi tassi di interesse. I risparmiatori si mostrano sempre più propensi a tornare ad investire sull’economia reale”.

 

Le prospettive per il 2020            

Cosa aspettarsi, dunque, dal nuovo anno alle porte? “Nel 2020 ci concentreremo sia sulla tecnologia sia sull’ampliamento dell’offerta”, afferma l’a.d.

 

Da un punto di vista tecnologico Mamacrowd sta lavorando a ulteriori sviluppi della piattaforma volti a rendere l’esperienza dei nostri utenti ancora più semplice, sia per le aziende che per gli investitori. “Già dalla prima metà di questo anno abbiamo portato a bordo un nuovo CTO e allargato il team di sviluppatori, che puntiamo a rafforzare ulteriormente nel 2020. Per noi la tecnologia è centrale e il modo migliore per ringraziare chi ci ha dato fiducia è fornirgli uno strumento sempre più semplice ed efficace”.

Rispetto all’offerta, Mamacrowd ha intenzione di estendere l’attività, oltre agli strumenti di debito, anche al settore immobiliare sul quale intende incrementare la propria presenza.

“Il settore immobiliare è un segmento su cui intendiamo porre la nostra attenzione – continua Giudici – perché rientra perfettamente nella nostra missione di democratizzare gli investimenti alternativi. Se nel contesto tradizionale le operazioni immobiliari tipicamente possono essere finanziate soltanto da chi dispone di grandi patrimoni o da investitori professionali, con Mamacrowd anche il piccolo investitore può accedere ad una tipologia di investimenti che gli era finora preclusa”.

Queste sono soltanto alcune delle novità di Mamacrowd, tutti i dettagli e altre informazioni saranno svelate durante SIOS19. “Partecipiamo a StartupItalia Open Summit perché crediamo fortemente che il successo delle aziende dipenda non solo dalla propria capacità di fare impresa ma anche dall’ecosistema che le circonda. In questo senso, SIOS è un evento centrale a cui non possiamo mancare”.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter