desc

Green & Blue Smart Marathon, l’hackathon di Cisco sull’internet delle cose

TECH
Edit article
Set prefered

Green & Blue Smart Marathon, l’hackathon di Cisco sull’internet delle cose

Una iniziativa sull’Iot aperta a startupper, studenti e creativi

Una iniziativa sull’Iot aperta a startupper, studenti e creativi

L’IoT, o Internet of Things (oppure ancora, tradotta brutalmente, l’Internet delle cose) prevede la connessione a Internet di diverse tipologie di oggetti fisici; raggruppa quindi tutti quei prodotti con i quali ciascuno di noi può interagire quotidianamente come smart speaker, smart tv, ma anche altri oggetti con cui non interagiamo direttamente, come ad esempio termostati, macchine per produzione industriale, pneumatici delle auto. Nel nostro piccolo queste tecnologie ci aiutano da anni a organizzarci la giornata e, perché no?, a sentirci più tecnologici e al passo coi tempi. Dietro a questo settore c’è però un’industria che si muove e innova in continuazione.

Green & Blue Marathon: maratona delle idee

Per far sì che questi progressi siano però sostenibili e inclusivi, Cisco ha deciso di lanciare la Green & Blue Smart Marathon, una “maratona delle idee” online in collaborazione con Officine Italia, per coinvolgere studenti, startupper, creativi, designer e appassionati di queste tematiche. L’iniziativa è già partita e durerà fino al 25 giugno, ultimo giorno utile ai team per presentare i propri progetti.

Leggi anche: Gianmatteo Manghi, AD Cisco Italia: «Persone, cloud e green le nostre priorità»

Come candidarsi

Candidarsi alla Green & Blue Smart Marathon di Cisco è facile: basta andare sul sito ufficiale e iscriversi con il proprio team (da un minimo di 3 a un massimo di 5 membri). Nessun problema per chi ancora non ha una squadra con cui lavorare. L’iniziativa prevede infatti uno spazio virtuale di networking in cui i nuovi arrivati possono aggregarsi a progetti già in corso per contribuire al prodotto finale. La Giuria andrà a valutare non soltanto la fattibilità e la validità tecnica dei singoli progetti, ma anche il loro contributo per rendere la società più equa e inclusiva. Il 6 luglio è in calendario l’evento finale in cui saranno annunciati i vincitori. 

Leggi anche: Co-Innovation Center di Cisco: a Milano compleanno con gli ologrammi

L’innovazione Green & Blue rientra nella mission che Cisco ha stabilito per il futuro. StartupItalia ha seguito la recente presentazione alla stampa del nuovo amministratore delegato di Cisco Italia, Gianmatteo Manghi, il quale ha elencato le tre priorità dell’azienda: oltre all’attenzione alle persone e alla tecnologia cloud, compare proprio l’innovazione digitale (Blue) come elemento propulsore per rendere il nostro Paese più sostenibile (Green). «Dobbiamo rimanere protagonisti di un percorso di sviluppo e di progresso che riteniamo l’unico perseguibile, ovvero quello che genera una crescita economica e sociale sostenibile», ha dichiarato l’AD Manghi.

Gli ambiti IoT

Per chi volesse partecipare alla Green & Blue Smart Marathon di Cisco,  sono previsti  4 ambiti specifici: Smart mobility, Smart building, Smart citizen e Smart Utilities. “Attraverso quali soluzioni digitali è possibile cambiare l’esperienza di mobilità e logistica per gli utenti e per le aziende di trasporto, attraverso un approccio piu sostenibile?”, è la domanda che gli organizzatori pongono a chi guarda al futuro della mobilità; se invece il focus è sulla transizione energetica delle città, Green & Blue Smart Marathon  è alla ricerca di innovazioni per “connettere edifici, trasporti e infrastrutture, con lo scopo di creare un nuovo ecosistema che faccia affidamento sulle energie rinnovabili”. 

Leggi anche: Co-Innovation Center: il lavoro di Cisco nel museo dinamico di Milano

Le opportunità dell’Internet of Things sono presenti anche nel campo della cybersecurity. “Quali potrebbero essere – si legge sul sito dell’hackathon – le possibili strategie e le soluzioni digitali per la valorizzazione dei dati raccolti dai dispositivi connessi, che indaghino però in maniera approfondita le tematiche relative alla privacy e alla sicurezza dei dati?”. E infine l’iniziativa di Cisco guarda a un utilizzo più efficiente e data driven di utilities strategiche come Water, Energy e Oil&Gas, da integrare con le potenzialità del digitale. L’esperienza degli hackathon ha dimostrato quanto da team eterogenei possano nascere soluzioni ed idee brillanti a cui anche le corporate possono ispirarsi.

Partecipate, iscrivendovi alla maratona tramite questo link.