desc

UNICEF sceglie l’app Smart Tales per promuovere i diritti dei bambini

EDUCATION
Edit article
Set prefered

UNICEF sceglie l’app Smart Tales per promuovere i diritti dei bambini

Come insegnare ai più piccoli i valori della solidarietà, del fair play, il rispetto dell’ambiente e prevenire il bullismo? Ci pensa la startup Marshmallow Games che si schiera al fianco dell’Unicef per promuovere i diritti dei bambini: una compilation veicolerà messaggi sociali attraverso racconti animati e giochi interattivi

Come insegnare ai più piccoli i valori della solidarietà, del fair play, il rispetto dell’ambiente e prevenire il bullismo? Ci pensa la startup Marshmallow Games che si schiera al fianco dell’Unicef per promuovere i diritti dei bambini: una compilation veicolerà messaggi sociali attraverso racconti animati e giochi interattivi

Marshmallow Games, startup barese nel settore edu-tech si schiera al fianco dell’UNICEF Italia per promuovere i diritti dei bambini attraverso l’app educativa Smart Tales.

Smart Tales è un’app dedicata ai bambini in età prescolare (3-6 anni) che stimola l’apprendimento attivo con una formula originale di racconti animati e giochi interattivi. Per sensibilizzare adulti e bambini su diversi temi legati ai diritti dell’infanzia, i racconti di Smart Tales, selezionati e raccolti in una speciale compilation UNICEF suggeriranno un’attenzione particolare a temi come la solidarietà, l’inclusione di genere, il fair-play, la prevenzione del bullismo e il rispetto per l’ambiente.

L’importanza della tecnologia educativa

Il primo contenuto della collection UNICEF “Save the Forest” riguarderà il rispetto e la tutela della biodiversità e sarà disponibile sull’app Smart Tales da sabato 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’ambiente.

Nell’ambito della collaborazione Marshmallow Games devolverà una parte dei proventi dai suoi contenuti a pagamento, a sostegno dei progetti dell’UNICEF per i bambini nei paesi più svantaggiati del mondo.

L’edu-tech, ovvero la tecnologia educativa, è un settore in continua crescita che, a seguito delle misure adottate in tutto il mondo per contenere la pandemia di COVID-19, ha avuto un incremento sensibile in termini di utenti giornalieri. L’UNICEF ha cominciato a esplorare questo settore innovativo, cogliendo le opportunità di comunicazione e advocacy per tutelare i diritti dei bambini e delle bambine, massimizzando gli effetti positivi del gioco e dell’apprendimento digitale. L’UNICEF, infatti, sta definendo insieme alle aziende che operano nel settore del gaming alcune linee guida e buone pratiche per stabilire un tempo di gioco sano e assicurare l’inclusione dei bambini.

Grazie a questa collaborazione si potranno sensibilizzare i più piccoli su queste tematiche senza trascurare l’aspetto ludico e interattivo, con contenuti certificati e in un ambiente protetto e a misura di bambino.

In questi anni la società Marshmallow Games si è distinta nel panorama dell’intrattenimento educativo raggiungendo oltre 2.000.000 di bambini in tutto il mondo con app sicure e divertenti.

L’importanza delle materie STEM

L’app Smart Tales, già usata nelle scuole e vincitrice di premi come il Parent and Teacher Choice Award 2020, propone un modo nuovo di imparare valori sani attraverso le storie e di avvicinare bambini e bambine alle materie STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Matematica).

Le STEM insegnano il pensiero computazionale che è alla base del pensiero logico e della capacità di problem solving. Con le storie e i giochi di Smart Tales queste abilità possono crescere in modo naturale. Alla base delle STEM c’è la curiosità e la passione per le regole, che in modo ordinato portano alla scoperta di nuove soluzioni geniali.

L’app, disponibile in 5 lingue, è stata considerata da Apple come migliore app sugli App Store, raggiungendo i primi posti delle classifiche di applicazioni educative per bambini in oltre 120 Paesi.