desc

CDP Venture entra nel Fondo UV T-Growth con 31,5 milioni di euro (per creare strumenti che avvicinino le corporate alle startup)

ECONOMY
Edit article
Set prefered

CDP Venture entra nel Fondo UV T-Growth con 31,5 milioni di euro (per creare strumenti che avvicinino le corporate alle startup)

Il fondo di Venture Capital gestito da United Ventures supera così i 100 milioni di euro di raccolta, con l’obiettivo di raggiungere i 180 milioni entro l’ultimo closing. “È essenziale per lo sviluppo di un paese industriale come l’Italia, creare strumenti che avvicinino le corporate alle startup e fare da stimolo all’ecosistema nel suo complesso”. Resmini

Il fondo di Venture Capital gestito da United Ventures supera così i 100 milioni di euro di raccolta, con l’obiettivo di raggiungere i 180 milioni entro l’ultimo closing. “È essenziale per lo sviluppo di un paese industriale come l’Italia, creare strumenti che avvicinino le corporate alle startup e fare da stimolo all’ecosistema nel suo complesso”. Resmini

CDP Venture Capital Sgr annuncia un investimento dal valore complessivo di 31,5 milioni di euro attraverso il Fondo di Fondi (FoF) VenturItaly e il Fondo di Co-Investimento MiSE, in UV T- Growth, il fondo di VC italiano gestito da United Ventures SGR SpA, con target di investimento fra i 10 e i 15 milioni di euro e focalizzato su investimenti di growth stage venture capitalaziende in fase avanzata di sviluppo, già strutturate a livello organizzativo e presenti sul mercato con propri prodotti o servizi, che necessitano di significativi capitali per lo sviluppo anche internazionale.

Attraverso il Fondo di Fondi (FoF) VentureItaly e il Fondo di Co-Investimento MiSE, si inietterà carburante in progetti tecnologici dall’alto potenziale di crescita: 5G, Intelligenza Artificiale, Infrastrutture di rete, Cybersicurezza, Internet of Things, Cloud, Industry 4.0, Data & Analytics, Fintech, SaaS e Gaming. “Questa la funzione principe, supportare chi è già in viaggio e rendere la sua prossima tappa sempre più vicina”.

L’operazione di investimento

Con questa operazione FoF VenturItaly, il fondo di fondi di VC di CDP Venture Capital Sgr e Fondo di Co-Investimento MiSE, gestito dalla medesima, che presentano una dotazione attuale di 315 milioni di euro, portano a 4 il numero dei fondi di VC nel proprio portafoglio, cui si sommano altre 7 operazioni deliberate da portare a closing nei prossimi mesi e confermano la propria strategia di investimento che mira ai settori high-tech anche nella promozione di nuovi team all’interno di gestori già attivi sul mercato.

Gestito da United Ventures in modo indipendente, UV T- Growth annovera TIM Ventures – la società dedicata al Corporate Venture Capital del Gruppo TIM – e CDP Venture Capital Sgr quali cornerstone investors, oltre a diversi investitori istituzionali e family offices. Il fondo si concentra in ambiti tecnologici legati allo sviluppo delle reti ultrabroadband e i servizi di nuova generazione, come 5G, Intelligenza Artificiale, Infrastrutture di rete, Cybersicurezza, Internet of Things, Cloud, Industry 4.0, Data & Analytics, Fintech, SaaS e Gaming.

Creare strumenti che avvicinino le corporate alle startup

Con l’ingresso CDP Venture Capital Sgr, la dotazione complessiva del fondo UV T- Growth supera i 100 milioni di euro al primo closing, con l’obiettivo di arrivare a 180 milioni di euro entro la fine del periodo di raccolta.

L’ingresso in UV T- Growth rappresenta un passo importante nella strategia di CDP Venture Capital, che supporta anche la nascita di fondi che fanno leva sulle capacità finanziarie e industriali delle corporate per il successo di queste iniziative.

“È essenziale per lo sviluppo di un paese industriale come l’Italia, creare strumenti che avvicinino le corporate alle startup e fare da stimolo all’ecosistema nel suo complesso” – afferma l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di CDP Venture Capital Sgr Enrico Resmini – “Abbiamo seguito da vicino la nascita di UV T- Growth, partecipando alla definizione del progetto e diventando uno degli anchor investors del fondo, nella convinzione che il forte focus su realtà hi-tech in fase di consolidamento e la presenza di corporate di settore fra gli investitori siano elementi chiave per la crescita di campioni nazionali ad alto potenziale di espansione internazionale.

resmini