desc

Gli innovatori digitali a raccolta per la quinta edizione della Maker Faire Rome

Economia Digitale
ECONOMY
Edit article
Set prefered

Gli innovatori digitali a raccolta per la quinta edizione della Maker Faire Rome

Dall’1 al 3 dicembre alla Fiera di Roma la Camera di Commercio, attraverso Innova Camera, organizza l’evento che toccherà, tra le altre cose, le tematiche dell’industria 4.0, dell’internet delle cose, dell’artigianato. Sul sito le call aperte per maker, scuole e università

Dall’1 al 3 dicembre alla Fiera di Roma la Camera di Commercio, attraverso Innova Camera, organizza l’evento che toccherà, tra le altre cose, le tematiche dell’industria 4.0, dell’internet delle cose, dell’artigianato. Sul sito le call aperte per maker, scuole e università

Economia Digitale

Centodiecimila presenze in 3 giorni per una fiera con 40 espositori da tutto il mondo. Sono i numeri dell’edizione 2016 della Maker Faire Rome – The European Edition che si avvicina all’appuntamento del 2017. I giorni scelti per la quinta edizione della manifestazione alla Fiera di Roma sono dall’1 al 3 dicembre. Ad organizzarlo la Camera di Commercio di Roma, attraverso la sua azienda speciale Innova Camera. Tutto ruoterà intorno alla rivoluzione digitale e sarà l’occasione per vedere dal vivo le aziende e gli innovatori che stanno provando a cambiare, per presentarsi in una veste nuova ai mercati.

La crescita della Maker Faire Rome

Nel corso degli anni la Maker Faire nella sua edizione europea è molto cresciuta ed è diventata un punto di riferimento per artigiani e imprenditori che hanno preso parte all’evento. I dati dimostrano il trend positivo: le presenze sono passate dalle 36mila della prima edizione alle 110mila della scorsa e anche le domande di partecipazione alle call si sono triplicate, toccando quota 1.200. I progetti maker selezionati nel 2016 sono stati 649 a fronte dei 250 del 2013. C’è stata molta attenzione anche agli studenti che sono arrivati alla Maker Faire di Roma in 25mila.

I temi della quinta edizione

I temi della quinta edizione dell’evento andranno dall’industria 4.0 all’internet delle cose, dalla manifattura digitale all’artigianato 4.0, passando per il cibo del futuro. Protagoniste anche le nuove tecnologie legate all’agricoltura, la mobilità smart, il riciclo e riuso, l’edilizia sostenibile, la robotica, la realtà virtuale e aumentata, la salute e il benessere, la scienza e le biotecnologie. E proprio intorno a questi argomenti gireranno le call aperte agli innovatori europei.

Le call

Per candidarsi alle call della Maker Faire Rome basta collegarsi al sito e inoltrare online la propria candidatura. Tre le possibilità in campo: la Call for Makers aperta dal 15 giugno al 15 settembre e dedicata ad appassionati di tecnologia, educatori, pensatori, inventori, ingegneri, autori, artisti, chef, artigiani, designer, agricoltori, ricercatori, startupper; la Call for University e Research Institute che farà partecipare alla MFR17 i progetti delle università statali e gli istituti di ricerca pubblici. Una giuria qualificata selezionerà poi i progetti più innovativi che verranno ospitati nel corso di Maker Faire Rome 2017. Le candidature saranno possibili fino al 30 settembre; infine, la Call for Schools, in collaborazione con il Miur che si rivolge agli istituti scolastici di secondo grado italiani ed europei. I progetti più innovativi troveranno spazio in un’area dedicata della fiera. La call rimarrà aperta fino al 20 di ottobre.