desc

20 milioni di euro per la startup italiana Medical Microinstruments

Economia Digitale
ECONOMY
Edit article
Set prefered

20 milioni di euro per la startup italiana Medical Microinstruments

L’azienda toscana che si occupa di migliorare i risultati clinici nei pazienti sottoposti a microchirurgia completa un finanziamento Series A per accelerare lo sviluppo della propria piattaforma robotica

L’azienda toscana che si occupa di migliorare i risultati clinici nei pazienti sottoposti a microchirurgia completa un finanziamento Series A per accelerare lo sviluppo della propria piattaforma robotica

Economia Digitale

Medical Microinstruments (Mmi) completa un finanziamento Series A di 20 milioni di euro per accelerare lo sviluppo della sua piattaforma robotica per microchirurgia. Il gruppo di investitori è stato guidato da Andera Partners (noto come Edmond de Rothschild Investment Partners (Edrip) che si unisce a Panakès Partners, Fountain Healthcare e Sambatech. Hanno partecipato anche due investitori privati Gus Castello e John Engels. Si tratta di uno dei finanziamenti più importanti avvenuti nel 2018 in  Italia e che fa guardare con interesse al settore biotech, che sta crescendo con importanti progetti sviluppati su tutto il territorio.  Giuseppe Prisco, CEO di Mmi, ha commentato: “Siamo entusiasti di avere questo eccezionale gruppo di investitori e di esperti in medtech. Dobbiamo cogliere un’opportunità di mercato che supera i 2,5 miliardi di dollari all’anno”.

Il finanziamento

Il finanziamento è finalizzato a completare lo sviluppo del prodotto, con la certificazione Ce e il lancio nei mercati europei. “La robotica chirurgica è una tendenza importante che deve ancora penetrare in molte specialità chirurgiche oltre la laparoscopia”. Lo ha dichiarato Olivier Litzka, partner di Andera Partners. “Mmi è pronta a fornire un prodotto robotico per chirurgia a cielo aperto dotato di microstrumenti articolati”.

Che cosa fa Mmi

Mmi ha sviluppato un prodotto teleoperato (un robot) per la sutura in chirurgia a cielo aperto con microstrumenti articolati. La piattaforma permette di scalare il movimento del chirurgo e a incrementarne la precisione. Mira, inoltre a facilitare le procedure esistenti e ad abilitarne di nuove nel campo della microchirurgia. Dalle ricostruzioni post-oncologiche e traumatiche all’oftalmologia, al trapianto di organi e alla chirurgia pediatrica. La piattaforma robotica di Mmi è un dispositivo sperimentale e non è ancora disponibile in commercio.