La guida del turista cinese? Con EuroPass è tutta in chat - Startupitalia
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 10 ottobre 2019 alle 11:59

La guida del turista cinese? Con EuroPass è tutta in chat

La startup francese sfrutta WeChat, la super app cinese, per guidare i viaggiatori anche nello shopping

Sono tantissimi e spendono un sacco. Entro la fine di quest’anno, in Italia, avranno passato le vacanze sei milioni di turisti cinesi secondo le stime del Centro Studi CNA (Conferenza Nazionale Artigianato), che ha calcolato gli introiti garantiti in un miliardo e mezzo di euro.

La startup sulla Super App

Ma chi viene dal Paese del Dragone come si orienta quando vuole capire qualcosa in più sul Duomo di Milano o sul Colosseo? Chi non fa viaggi guidati può affidarsi anche a Travel Experience, una guida turistica per smartphone che la startup francese Europass ha studiato su misura per i cinesi che usano WeChat, una delle più famose app di messaggistica al mondo. Grazie a questo mini-programma (così vengono chiamate queste applicazioni all’interno della piattaforma), le persone hanno informazioni su shopping, turismo e hotel direttamente in chat. In Europa, l’Italia è stato uno dei primi Paesi in cui l’azienda ha scelto di sbarcare. Ma, prima di presentarla, bisogna capire cos’è WeChat.

Cos’è Wechat?

Un po’ come Whatapp, ma con tantissime funzioni in più. WeChat è definita una Super App, perché oltre a funzionare come una comune applicazione di messaggistica, permette a tutti gli utenti di ricevere offerte dai grandi marchi, acquistare prodotti, prenotare voli e fare pagamenti. Su questa piattaforma il contatto e la comunicazione tra cliente e brand sono diretti: i marchi chattano direttamente con i consumatori.

Di proprietà del colosso cinese Tencent, WeChat viene utilizzata da circa un miliardo di persone. Oltre a mettere in contatto le persone, il suo punto di forza sono i cosiddetti mini-programmi, avviati dalle aziende direttamente sull’app. Uno di questi è proprio quello lanciato in Francia dalla startup EuroPass.

EuroPass e il suo mini-programma

Grazie ai mini-programmi gli utenti non “abbandonano” mai WeChat, ma acquistano prodotti e interagiscono con le aziende direttamente sulla piattaforma. Uno di questi mini-programmi è proprio WeChat Travel Experience che EuroPass ha studiato come guida individuale del turista cinese, per orientarlo non solo nella mappa dei patrimoni storici e artistici, ma anche tra negozi e hotel. Geolocalizzandosi con lo smartphone, il viaggiatore può scoprire tutto sui POI, i Punti di Interesse divisi in tre categorie: shopping, tourism, hospitality. Ognuno di questi viene presentato come una galleria di immagini e una audioguida da 1 minuto in cinese.

Leggi anche: Tencent, un’ascesa irresistibile: così ha sorpassato Facebook

Fondata nel 2015 da Guillaume de Roquefeuil,  Europass è attiva anche in Italia, dove è attiva la country manager Paola Pacchiana . «È un paese chiave e strategico dal punto di vista turistico in modo particolare per l’attrattività verso il turista cinese – ha detto il Founder – È stato naturale quindi scegliere di aprire una filiale in Italia per essere più vicini al mercato e soprattutto lavorare vicino al nostro cliente, che è il punto forza di EuroPass nei maggiori paesi europei».

I negozi e le aziende si possono registrare su WeChat Traveller Experience, aprendosi così a un pubblico di turisti che, soltanto su questa app, effettua 30 milioni di transazioni al giorno per un valore totale di 500 milioni di dollari spesi al giorno. A Milano lo ha fatto per esempio Scalo Milano Outlet & More, che ha messo in piedi la propria mini-app proprio per cercare di catturare il turismo asiatico in arrivo nel capoluogo lombardo.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter