Stati generali | Verso decreto per cassa integrazione fino a 18 settimane

Ultimo aggiornamento il 15 giugno 2020 alle 14:12

Stati generali | Verso decreto per cassa integrazione fino a 18 settimane

Conte: «Oggi pronto decreto per aziende e i lavoratori che hanno esaurito le prime 14 settimane di CIG»

Il secondo giorno di Stati generali è quello del tavolo con le parti sociali. Data la situazione economica, si parla, immancabilmente, di cassa integrazione. «Abbiamo predisposto un decreto legge, che adotteremo oggi stesso in un consiglio dei ministri che si svolgerà a margine degli incontri odierni», ha assicurato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte incontrando i sindacati, «grazie al quale le aziende e i lavoratori che hanno esaurito le prime 14 settimane di cassa integrazione potranno richiedere da subito le ulteriori 4 settimane approvate con il decreto Rilancio».

Leggi anche: Stati generali | Michel avverte: Recovery in alto mare, iter lungo e difficile

Cassa integrazione fino a un massimo di 18 settimane

«L’obiettivo del governo è garantire la cassa integrazione a tutti i lavoratori, per tutto il tempo che sarà necessario nella fase di debolezza dell’attività economica», ha poi spiegato Giuseppe Conte parlando con i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil.

Leggi anche: Bonus a fondo perduto da 1000 o 2000 euro. Si chiede da oggi. A chi spetta

«Abbiamo in cantiere progetto specifici: la riforma e la semplificazione degli ammortizzatori sociali, la rimodulazione in chiave di politica attiva degli strumenti di sostegno, il rinnovo della disciplina della Naspi». Lo ha detto, a quanto si apprende, il premier Giuseppe Conte nell’incontro odierno. L’obiettivo è arrivare a un meccanismo «nuovo e molto più veloce».

Zingaretti: SURE arrivi presto

«Bene il prolungamento della cassa integrazione per le imprese che rischiavano di esaurirla. Ora bisogna lavorare tutti insieme per ottenere i fondi europei Sure il prima possibile, con l’obiettivo di garantire la copertura cassa integrazione in deroga fino a dicembre e la Naspi a chi non vedrà rinnovato il tempo determinato e garantire sostegno a cococo e ai giovani tirocinanti». Così il segretario del Partito democratico, Nicola Zingaretti, commentando le parole pronunciate dal presidente del Consiglio Conte durante gli Stati generali.

Leggi anche: Stati generali | Il richiamo di Visco: fondi Ue mai gratis, debito è di tutti

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter