Separarsi via web? Arriva Di-Visioni, la piattaforma per dirsi addio online - Startupitalia
single.php

Ultimo aggiornamento il 29 Marzo 2021 alle 9:03

Separarsi via web? Arriva Di-Visioni, la piattaforma per dirsi addio online

La startup torinese Bluebird project ha creato Di-Visioni piattaforma che utilizza gli strumenti di ODR (Online Dispute Resolution), ovvero gestione delle controversie con strumenti digitali. Tre i servizi offerti: orientamento, preparazione delle pratiche, e soprattutto supporto e mediazione nel trovare un accordo di separazione consensuale. Il tutto a prezzi contenuti

Separarsi senza incontrarsi. E’ questa la chiave del successo della startup Bluebird Project che ha realizzato Di-Visioni, la piattaforma che consente alle coppie che hanno maturato l’ardua decisione di porre fine al loro matrimonio di dividersi via web, senza incontrarsi. Evitando così i noti conflitti che si verificano quando i due partner si vedono di persona.

Con il lockdown boom di richieste di divorzio

Secondo i dati forniti dall’Istat, la pandemia dal Covid19 ha fatto crollare, nel primo semestre del 2020, matrimoni ed unioni civili, incrementando fortemente separazioni e divorzi. Se da un lato, il calo è dovuto alle stringenti restrizioni relative alla celebrazione di matrimoni religiosi e civili, che impediscono assembramenti in luoghi pubblici e privati, dall’altro l’incremento di separazioni e divorzi si riconduce per lo più al prolungato periodo di tempo passato insieme h24 da molte coppie, che hanno riscoperto profonde incompatibilità (sopite).

Perchè diciamocelo pure, un conto è condividere i weekend e le sere, un conto è condividere l’intera giornata con tutti i problemi relativi all’emergenza sanitaria: stress sanitario per la malattia, mancanza di lavoro, convivenza con i figli con le difficoltà connesse alla didattica a distanza. La convivenza forzata si è rivelata per molti una dura prova.

Il futuro oltre la rottura

Da oggi cercare un accordo di separazione, di divorzio, o di affidamento dei figli sarà più semplice e potrà essere fatto dai partner – anche con l’assistenza dei legali – da casa, e soprattutto senza incontrarsi. Nasce a Torino, una delle prime startup italiane di innovazione digitale nel settore legale e ODR (online dispute resolution), Bluebird Project srl, che ha creato in piena pandemia Di-Visioni: la piattaforma delle separazioni on line.

Le Online Dispute Resolution sono uno strumento nato negli Stati Uniti, e riguardano la gestione delle controversie con strumenti digitali, possono essere particolarmente indicate anche nella tutela dei rapporti che più coinvolgono gli aspetti emotivi e relazionali. Inoltre  costituiscono una valida alternativa più rapida ed economica.

Di-Visioni, la piattaforma per dirsi addio online

La piattaforma Di-Visioni (che nel nome evoca il futuro oltre la rottura) è stata realizzata da un gruppo di professioniste appassionate per il diritto, la gestione alternativa dei conflitti e la tecnologia. A questo fine, nel 2020, è stata costituita la Bluebird Project srl, da Alessia Cerchia e Paola Ventura (avvocate, mediatrici e socie fondatrici) una startup che intende unire idee, esperienze e competenze legate al mondo delle ADR (Alternative Dispute Resolution) e delle ODR (Online Dispute Resolution), ma anche del diritto civile, amministrativo e di famiglia.

Obiettivo della piattaforma è di creare e mettere a disposizione dei partner in difficoltà servizi sofisticati, ma di facile utilizzo, per la risoluzione delle controversie, unendo i principi e gli strumenti della mediazione e delle ADR a quelli offerti dalle tecnologie digitali, in una pluralità di settori della vita di tutti i giorni.

Le founder Alessia Cerchia e Paola Ventura sono infatti convinte sostenitrici delle vie stragiudiziali per la risoluzione dei conflitti, anche matrimoniali. La piattaforma guida i partner nella compilazione delle domande e indica l’ufficio competente a cui presentarle. Il tutto a costi contenuti.

TRE i servizi offerti dalla piattaforma Di-Visioni

Il Servizio di orientamento intende rispondere all’esigenza dei cittadini di ricevere informazioni organiche, strutturate, precise ma al tempo stesso di facile comprensione. Si tratta di un servizio totalmente gratuito, il cui obiettivo è quello di fornire all’utente tutte le informazioni necessarie per consentirgli di individuare, in totale autonomia, il percorso più adatto alla sua situazione familiare per arrivare a perfezionare la separazione o il divorzio. Il servizio chiede all’utente di rispondere ad alcune semplici domande che sono, in parte, finalizzate ad accertare la presenza dei requisiti richiesti dalla legge per poter utilizzare il percorso in Comune, innanzi all’Ufficiale di Stato civile, o in Tribunale o della negoziazione assistita dagli avvocati, in parte sono invece finalizzate ad analizzare le priorità dell’utente (es. scelta di una procedura più rapida o di una più economica, ecc.).

Il Servizio Basic è rivolto alle coppie che hanno già raggiunto un accordo sulle modalità della separazione (oppure del divorzio o dello scioglimento dell’unione civile) e hanno bisogno di essere seguite nella presentazione della domanda in Comune (che si può utilizzare se non ci sono figli minori o non autosufficienti, né questioni patrimoniali da regolare) o in tribunale. La piattaforma guida i partner nella compilazione delle domande e indica l’ufficio a cui presentarle. Il tutto a costi contenuti, che potrebbero anche azzerarsi nel caso delle separazioni in Comune quando saranno operative le convenzioni che si punta a stringere con le amministrazioni locali.

Il Servizio Premium, prevede un percorso completamente personalizzato, studiato per aiutare il coniuge a raggiungere un accordo sui punti di separazione o del divorzio. Una procedura di mediazione completamente online, che può essere gestita in piena autonomia nei luoghi e nei momenti preferiti. Il tutto con il supporto continuo della rete di professionisti: avvocati mediatori e psicologi, dalla ricerca della separazione fino alla conclusione della procedura, dall’inizio alla fine.

Un percorso di ricerca amichevole dell’accordo, totalmente online, grazie al quale i partner potranno avere il pieno controllo del processo di separazione, individuando le soluzioni più adeguate al proprio caso, ma sempre con il supporto di esperti.

Dirsi addio in modo semplice, rapido ed efficiente. E soprattutto senza mai incontrarsi.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche