Cisco Live, verso futuro dove la tecnologia è sempre più inclusiva
single.php

Ultimo aggiornamento il 1 Aprile 2021 alle 20:11

Cisco, verso un futuro dove la tecnologia è sempre più inclusiva

Cloud, sicurezza, visibilità, sostenibilità sono i temi attorno ai quali Cisco ha studiato strumenti innovativi per le aziende

Il lavoro del futuro sarà ibrido e il ruolo della tecnologia non è mai stato così cruciale come oggi“, con queste parole Wendy Mars, SVP ed EMEAR President di Cisco ha introdotto Cisco Live!, l’evento annuale organizzato da Cisco che ha riunito virtualmente oltre 90.000 clienti e partner di tutto il mondo. L’accesso alla tecnologia è oggi uno dei temi centrali.

Wendy Mars

Con la pandemia, il lockdown e le distanze, fornire nuove funzioni e nuovi strumenti per rendere questo mondo che cambia continuamente sempre più inclusivo sono una priorità per Cisco. La sicurezza, il cloud, il 5G sono alcuni dei temi all’ordine del giorno. “L’automazione ha, inevitabilmente, accentrato l’attenzione sulla sicurezza – ha affermato Gordon Thomson, VP Technology Acceleration di Cisco – Un campo su cui è oggi necessario investire”. Con circa 3 miliardi di persone nel mondo che hanno accesso limitato a Internet o non riescono proprio accedere alla rete, Cisco lancia una serie di novità verso l’inclusione.

 

Le novità di Cisco

Un nuovo paradigma è quello implementato da Cisco che vede quattro pilastri centrali e interconnessi: l’importanza del cloud; la maggiore sicurezza per la protezione delle password; la visibilità per le aziende che adottano soluzioni SaaS e la sostenibilità. “Tutte le tecnologie vanno in direzione della sostenibilità – afferma Gordon Thomson, VP Technology Acceleration di Cisco – anche perché la tecnologia deve avere un impatto positivo sulle persone”. E con l’evoluzione del 5G, il cloud si affermerà uno strumento importantissimo, soprattutto nella gestione delle realtà locali. Semplicità, interconnessione, facilità d’uso ed efficienza sono i concetti chiave sui quali Cisco ha modulato le novità dedicate alle aziende.

In questa direzione, Cisco ha annunciato l’integrazione della soluzione di intelligence internet e cloud ThousandEyes con il portfolio di switch Cisco Catalyst 9000 e Cisco AppDynamics Dash Studio, presentando la prima offerta per la visibilità dell’intera azienda, specifica per le reti enterprise e cloud. 

Il lavoro ibrido e la transizione al cloud hanno aumentato la complessità della gestione delle reti e della sicurezza. In questo senso, Cisco ha ampliato l’architettura Secure Access Service Edge con la possibilità di acquistare tutti i componenti principali in un’unica offerta e l’opportunità di poter passare facilmente a un servizio di abbonamento unificato in futuro. Con SecureX, inoltre, si può usufruire di una protezione completa dall’endpoint al cloud. 

Una soluzione as-a-service flessibile e completa: Cisco Plus garantisce ai clienti la possibilità di usufruire di un Software as a Service sempre più veloce, agile e scalabile. Cisco Plus includerà anche soluzioni per il Networking-as-a-Service (NaaS), che unificherà il networking, la sicurezza e l’observability attraverso l’accesso, la WAN e i domini cloud. Per garantire a tutti maggiore inclusione in un momento in cui si assiste ad una disruption nel campo tecnologico, Cisco ha annunciato l’evoluzione della propria strategia verso innovazioni nell’ambito del silicio, optical, software e sistemi che consentono di ripensare le reti su vasta scala. Il futuro passa, dunque, anche attraverso una vera e propria trasformazione della rete. 

 

Sicurezza e password

Tra i temi più dibattuti degli ultimi c’è, senza dubbio, quello della sicurezza. La nostra identità digitale è sempre più in pericolo. Per venire incontro all’esigenza, quindi, di una maggiore sicurezza nell’online, Cisco ha implementato Secure presentando una modalità di autenticazione senza password e indipendente dall’infrastruttura progettata da Duo, che permette agli utenti di accedere in modo sicuro alle applicazioni cloud tramite chiavi di sicurezza o alla tecnologia biometrica della piattaforma. Le chiavi di accesso sono, infatti, facilmente compromettibili, difficili da gestire e da ricordare, così come i processi di reimpostazione delle password, che portano via tempo e dispendio di risorse.  Per questo, Cisco ha integrato Duo, un sistema di autenticazione privo di password, in grado di garantire l’accesso a qualsiasi utente, da qualsiasi dispositivo, a qualsiasi applicazione o ambiente It.

 

Cisco Webex per lo smartworking

Webex è uno tra gli strumenti più utilizzati di Cisco, soprattutto in tempi di smartworking e lavoro a distanza. Nello specifico, la piattaforma è stata recentemente arricchita con oltre 400 funzionalità, per aiutare le persone a lavorare in modo più intelligente e favorire il benessere ed esperienze di lavoro più inclusive. Tra questi: la possibilità di visualizzare la preview di come si apparirà in video durante la riunione con una visuale più ampia; un nuovo design dell’interfaccia che, grazie a un’organizzazione intelligente dei comandi, si adatta alle dimensioni dello schermo in modo da non coprire i contenuti visualizzati o l’immagine stessa; la possibilità di oscurare le persone che partecipano senza video; l’eliminazione dei rumori di fondo, grazie alla tecnologia recentemente acquisita dall’azienda BabbleLabs, che permette anche di ottimizzare la voce dell’interlocutore.

Leggi anche: Webex, le novità proposte da Cisco per il lavoro da remoto

Altre due importanti novità sono Cisco Webex Desk Pro , strumento con il quale si può lavorare da remoto a un progetto a più mani, Webex Desk Camera, lanciata a fine gennaio, facile da installare tramite connessione USB, che offre una risoluzione in 4K e il riconoscimento dell’immagine basata su AI, Webex Panorama, già installato in alcune aziende, pubbliche amministrazioni e anche Università, a cui si può accedere anche senza PC, grazie al quale si possono organizzare e gestire al meglio le meeting room.

Con Webex Room Navigator, si possono posizionare all’interno e all’esterno delle sale riunioni dei dispositivi che vanno a integrare i sensori e permettono di gestire e prenotare gli spazi fornendo dati approfonditi ai responsabili IT e ai facility manager. Grazie a Webex Control Hub si possono analizzare in maniera approfondita i dati relativi al luogo di lavoro con informazioni sul numero di persone che occupano gli spazi di lavoro e i livelli di rumorosità all’interno delle stanze. Infine, con Webex People Insights, Cisco consente a individui e team di organizzare al meglio i meeting e gestire al meglio il tempo.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche