immagine-preview

Gen 22, 2016

Cosa fa Ganiza, l’app siciliana scelta per pitchare davanti a Tim Cook (Apple)

Un'app che organizza in modo intelligente le serate tra amici, Ganiza è tra le 5 startup che hanno incontrato a Roma Tim Cook. Chi sono e cosa fanno i founders dell'azienda incubata a Working Capital

Come organizzare una serata tra amici senza perdere ore a chiamare, whatsappare e scrivere messaggi su Facebook? Rende tutto più semplice Ganiza, l’app di tre siciliani, Francesco Marino 25 anni, Valentino Romano, 40 e Daniele Virgillito, 30. Poco noti, oggi hanno avuto la possibilità di fare una breve demo davanti a Tim Cook, numero uno di Apple, a Palazzo Chigi, in occasione della firma dell’accordo per fare a Napoli un centro di sviluppo app di Apple.

Come funziona Ganiza

Gli utenti che scaricano l’applicazione scoprono gli eventi che ci sono in città, con foto e dettagli. Tra questi possono sceglierne uno, fino a un massimo di tre, e creare una lista che può essere inviata agli amici via sms, WhatsApp, Facebook, condividendo un link. Infine, gli amici invitati scelgono la migliore tra le proposte. Ganiza offre l’opportunità di votare dal web senza scaricare l’app e loggarsi.

ganiza app

Come è nata l’idea, e l’incubazione a Working Capital Catania

La storia parte da un pitch durante un appuntamento di Youth Hub Catania, associazione di supporto agli startupper. Francesco, master in economia digitale e imprenditoria all’Università Ca’ Foscari di Venezia: «Cerca una soluzione per aiutare le persone a gestire al meglio il tempo libero e coinvolgere amici nelle loro attività. È lì che ho incontrato Valentino (l’attuale CTO). Insieme abbiamo sviluppato un primo prototipo» racconta Francesco a Startupitalia!. Lo presentano a varie startup competition. L’idea piace a Working Capital, vincono la call (e il grant di 25mila euro) e completano il team con Daniele (l’attuale CMO). Inoltre, la startup è stato selezionata tra le cinque finaliste di It.Cup 2015.

ganiza working capital

da sinistra Francesco Marino, Valentino Romano e Daniele Virgillito

Quale il modello di business di Ganiza

L’idea alla base è aiutare le attività commerciali a farsi conoscere e a promuovere i loro eventi attraverso la piattaforma. Una funzione permette poi di fare un analisi degli eventi per scoprire le statistiche delle campagne e migliorare la gestione della promozione successiva. I costi del servizio vanno da un minimo di 19 euro (per tre giorni di promozione a 49 euro per la durata del progetto). «Abbiamo puntato su discoteche e associazione studentesche in Sicilia per poi espanderci in Italia».

Come sta crescendo Ganiza

In meno di un anno l’app raggiunge buoni numeri e viene scaricata da oltre 50mila utenti, 70mila i votanti tramite pagine web. Recentemente il team, che oggi è cresciuto e raggruppa 7 persone, ha partecipato all’Investor Day organizzato da UniCredit. «Stiamo trattando con un grosso investitore italiano» svela Francesco.

Ganiza investor day

Giancarlo Donadio

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter