immagine-preview

Giu 7, 2017

La Rete europea (in outsorcing) per le agenzie digitali. Comunicatica

Che cos'è e quali obiettivi ha Comunicatica, outsourcer digital per le agenzie di comunicazione e le medie e grandi imprese.

Una holding con 6 società partner e 4 startup partecipate, presenti in 3 Paesi europei e in 7 città, di cui 5 italiane. Un mix di marketing, comunicazione, informatica, tecnologia, innovazione e creatività per la digital trasformation. Un unico interlocutore in grado di dare risposte a 360° sul digitale. Queste le caratteristiche peculiari di Comunicatica, outsourcer digital per le agenzie di comunicazione e le medie e grandi imprese. Dal web al mobile, dal frontend al backend, fino alle ultime innovazioni tecnologiche sul mercato. 8 membri nel board, di cui 6 partner, con oltre 50 collaboratori da tutta Europa, e più di 30 solo in Italia. Il gruppo è il risultato della sinergia di 5 realtà verticali sul territorio europeo: la creative agency bellunese Patrick David, la software factory italo-albanese Bit2Be, la digital agency milanese Syncronika, la web agency napoletana Creact e la mobile agency londinese Mobixee; 4 sono le startup partecipate dal gruppo: la startup italiana nel food delivery Moovenda, la prima soluzione chatbot in ambito CRM che unisce Intelligenza Artificale + Umana Userbot,  il marketplace sull’educazione Classup, e la piattaforma di influencer marketing per instagramer Shambles.

Comunicatica

Presenza paneuropea

Fondata da Jacopo Paoletti, classe 1984, ex manager sia in ambito marketing che IT per diverse realtà nazionali ed internazionali, è riuscito a riunire in una holding un gruppo di giovani imprenditori, con una visione ed una presenza realmente paneuropea: marketer, developer, designer ed esperti nel digitale, con una esperienza pluriennale in realtà multinazionali nel marketing, nella comunicazione e nell’informatica. Un mix di talenti, provenienti da tutta Europa, che ha unito le forze: pensando glocal, facendo global.

Rete di professionisti, in outsourcing

«Il nostro modello liquido – ha spiegato Paoletti – ci permette di adattarci ad organizzazioni di qualsiasi settore e dimensione, e calibrare la nostra rete di professionisti per qualsiasi esigenza e budget. Possiamo essere piccoli e verticali quando serve, e diventare grandi ed orizzontali per chi ha bisogno di crescere. Siamo strutturati – ha aggiunto – come una divisione aziendale dedicata al digital, ma in outsourcing: con i nostri clienti definiamo preventivamente costi e risultati da raggiungere, mentre noi ci dedichiamo a sviluppare la strategia digitale e gli strumenti tecnologici per arrivare ai traguardi condivisi. Con le agenzie di comunicazione e pubblicità lavoriamo come un partner digitale dietro le quinte, fornendo ai loro clienti diretti qualsiasi soluzione in ambito digital; mentre le agenzie continuano ad occuparsi di gestire il cliente al meglio, noi ci occuperemo della execution tecnologica in modo trasparente: progettazione, sviluppo e delivery di ogni soluzione, nel rispetto dei KPI e degli SLA concordati».

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter