Acciona, a Milano parte un nuovo scooter sharing elettrico

Ultimo aggiornamento il 18 febbraio 2020 alle 18:11

Acciona, a Milano parte un nuovo scooter sharing elettrico

La piattaforma spagnola al via con 300 mezzi full-electric e un'app che ti informa quanta CO2 risparmi all'ambiente. Ecco come funziona

Parte un nuovo servizio di condivisione di scooter elettrici con la formula del free-floating. Si chiama Acciona e ha scelto Milano come prima tappa tricolore: 300 motorini full-electric del gruppo spagnolo, per iniziare, esordiscono sulle strade del capoluogo meneghino. E la missione è quella di lavorare in modo consapevole sulla sensibilità ambientale: “Ai 2.611 scooter elettrici in sharing già presenti in città si aggiungono ora quelli di Acciona, un esempio di ottima collaborazione tra l’amministrazione e l’impresa che ha partecipato al nostro bando e che fornisce ai cittadini un servizio efficiente per circolare in città ma anche compatibile con la necessità di migliorare la qualità dell’aria” ha detto Marco Granelli, assessore a mobilità e lavori pubblici del Comune.

Grazie alle sue caratteristiche il servizio ha finora permesso di risparmiare oltre 850 tonnellate di CO2 nelle sei città europee in cui è già presente con 6mila moto (Madrid, Barcellona, Valencia, Siviglia, Saragozza e Lisbona). Non solo: anche per ricaricare gli scooter viene usata energia rinnovabile. “A dimostrazione dell’impegno di Acciona nella decarbonizzazione, infatti, la stessa applicazione è progettata per fornire agli utenti le informazioni sulle emissioni di CO2 risparmiate rispetto all’uso dell’auto privata” spiega Filippo Maria Brunelleschi, direttore espansione del servizio di mobilità della piattaforma.

“Siamo molto contenti di lanciare il nostro servizio a Milano e ringraziamo il comune per l’accoglienza che ci ha riservato. Con Acciona intendiamo offrire ai milanesi, ma anche ai tanti turisti e ai business travellers in visita, una soluzione perfetta per muoversi liberamente in città, all’insegna della sostenibilità ambientale – dichiara Riccardo Valle, responsabile per l’Italia del servizio di mobilità di Acciona – abbiamo avviato il servizio a Milano con 300 moto ma siamo già pronti ad aumentare il numero dei mezzi della flotta nei prossimi mesi”.

Come funziona

Al solito, bisogna scaricare l’app per lo smartphone dal proprio negozio digitale, Play Store o App Store. Creando un account personale e inserendo un metodo di pagamento si riceveranno subito 20 minuti di guida in omaggio. Gli scooter si individuano tramite la mappe: basterà selezionarne uno ed eventualmente prenotarlo gratuitamente per un quarto d’ora al massimo. Una volta a bordo, bisognerà schiacciare il bottone “Mode” sul manubrio per mettere in funzione la moto.

L’area operativa del servizio corrisponde alla cosiddetta “Cerchia filoviaria 90/91” ma include anche altre isole o protuberanze come la zona del Politecnico Bovisa, di Città Studi, Lambrate e Sempione (piazzale Accursio). Ovviamente si può uscire da queste aree, l’importante è che per chiudere il noleggio si rientri in una di esse, parcheggiando nelle aree di sosta dedicate ai motocicli e terminando il viaggio attraverso l’app. Piattaforma e servizio clienti sono attivi sette giorni su sette per 24 ore al numero 800 500 248 o via email hola@acciona-motosharing.com.

Gli scooter

Potenza equivalente a un 125 cc, i mezzi offrono due modalità di guida. La S, standard, fino a 50 km/h e la C, “custom”, per arrivare a 80 km/h, cioè in autostrada o quando serva più spunto. Attenzione però: il servizio è aperto a tutti gli utenti in possesso di patente di guida per autoveicoli o motocicli, non si tratta dunque di un free floating per chiunque, in stile 50 cc. Nel bauletto, apribile tramite app, ci sono due caschi di misure diverse, le cuffiette usa e getta sotto-casco e le salviette umidificate per pulire sella a manubrio, insieme ai documenti del mezzo. Sotto al manubrio della moto, sulla destra, ci sono due porte Usb per la ricarica dello smartphone in caso di necessità.

Quanto costa

L’iscrizione è gratuita mentre per il noleggio si va dai 29 ai 34 centesimi al minuto a seconda della modalità di guida (S o C). Verranno messi in vendita anche pacchetti da 50, 150, 300 e 500 minuti, con prezzi ovviamente agevolati rispetto al prezzo standard al minuto. Il servizio consente agli utenti di adottare anche la modalità Sosta, per parcheggiare gli scooter mantenendo comunque attivo il noleggio: si può fare al massimo per 6 per 0,06 euro al minuto.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter