Solo 12 app al mondo hanno più di un miliardo di utenti: la loro marcia in una timeline

12 app per 3 multinazionali come Google, Facebook e Microsoft. Apple non ha alcun prodotto che superi il miliardo di utenti. Una timeline lo spiega

Nel mondo 3.3 miliardi di persone usano Internet. E raggiungere un miliardo di utenti per un’applicazione è tutt’altro che scontato. Apple ad esempio non ha alcuno dei suoi prodotti software capace di una tale penetrazione nel mercato. Nemmeno il più popolare servizio di messaggistica cinese, WeChat, riesce nell’impresa (ha 650milioni di utenti). E nemmeno servizi stra noti come Reddit, Twitter, Pinterest.

I tre che ce l’hanno fatta con 12 servizi

Gli unici nella storia dell’economia digitale sono Microsoft, Google e Facebook. E la loro ascesa ha qualcosa di incredibile, riassunta graficamente qui in una mappa di Visual Capitalism. Sono 12 le app (intese come servizi software) che hanno un miliardo di utenti nel mondo. Eccole.

the-race-to-1-billion-users-chart

Google ne ha incredibilmente sette su dodici. Search, Gmail, Maps, YouTube, Android, Chrome, e Play. E tra questi l’altro record di Google è di avere il servizio che è stato più rapido nell’ottenere un milione. Android che ce l’ha fatta in 5,8 anni.

Facebook ha tre delle dodici app tra le sue. Facebook stessa che ha oltre 1,6 miliardi di utenti attivi mensilmente sul sito. WhatsApp, che Facebook ha comprato per $22 miliardi ad ottobre 2014. E Facebook Group.

Da ultimo Microsoft. Windows e Office, sono gli unici servizi a pagamento al mondo che sfondano quota un miliardo. E per raggiungerlo ci hanno messo la strada più lunga di tutti. 26 anni.

Ti potrebbe interessare anche

A gennaio investiti 7,2M in startup italiane in una timeline (22,2M con quelle all’estero). L’anno scorso zero

Tutti i fatti principali delle startup italiane in una timeline, gli investimenti, i deal, le acquisizioni di startup italiane e fatte da italiani all’estero

Ecco l’app che trova la messa più vicina a te

Fondata dal lucano Saverio Mancino e dal business angel Andrea Pietrini, OrarioSanteMesse ha già immagazzinato i dati di 26 mila Chiese in tutta Italia

Ha venduto la sua startup per 1,2 miliardi. Ora vuole diventare il migliore venture al mondo

Stanford, una startup che in 4 mesi raggiunge la valutazione di un miliardo, e un’exit al volo. Adesso Martin Casado vuole diventare un venture capitalist, il migliore sulla piazza

L’incredibile ascesa degli Unicorni in una sola infografica

Tutti gli unicorni nati dal 2011 al 2015 in un’infografica elaborata da CBInsights dove si mostra la crescita vertiginosa delle billion dollar companies

Storie di ex calciatori che oggi fanno startup. Bonetti, Ponzo e gli altri

Ivano Bonetti, ex centrocampista bianconero, smessi i panni di calciatore (e poi di manager) ha lanciato Mobisafe, startup che si occupa di tecnologia applicata alla salute. Ma non è il solo.

I tassi di interesse negativi delle banche, spiegati

Che senso ha mettere soldi in banca con la certezza che varranno di meno? Figuriamoci se è la Bce a chiedere alle banche di farlo. Coi loro soldi. Eppure un senso ce l’hanno, questi tassi d’interesse a margine negativo. Vi spieghiamo perché

Gioia e cibo a cielo e (cuore) aperto. Vi racconto il mio Salone del Gusto

È la prima edizione che si svolge a cielo aperto e senza biglietto d’ingresso. In tutta Torino. Con sapori, sorrisi ed eccellenze enogastronomiche da tutto il mondo. Ma soprattutto è la possibilità di scacciare via la paura e capire quanto è bello, insieme, voler bene alla Terra.

Toronto, la città multiculturale che consuma poco e innova tanto

Sistemi per il controllo dei consumi nelle case, produzione di energia dal gas ricavato dai rifiuti, stampa in 3D alla portata di tutti: la capitale economica del Canada entra così a pieno titolo tra le smart city più importanti del mondo