Cinzia Franceschini

Mag 3, 2016, 6:50am

Cinzia Franceschini

Mag 3, 2016, 6:50am

FCA (Fiat) firma l’accordo Google, ecco la prima auto che si guiderà da sola

L'accordo del secolo, secondo i quotidiani italiani. Tutti d'accordo: il colosso della Silicon Valley ci mette il software e la tecnologia. Fiat l'hardware, l'antico mestiere di produrre auto. Che si potranno pure guidare da sole, ma...

Fiat-Chrysler ha concluso la trattativa con la divisione Google Alphabet che si occupa di self driving car per una partnership tecnologica. Lo rivela il Wall Street Journal e la notizia è stata subito ripresa dai giornali italiani che l’hanno definito l’accordo del secolo per Fiat.. Fiat Chrysler comprerà la tecnologia sviluppata dalla casa madre di Google. Il che fa pensare con un po’ di rammarico ad una delle exit più importanti dello scorso anno, VisLab, tecnologia creata e sviluppata in Italia per l’automazione della guida delle auto venduta ad Ambarella per 30 milioni lo scorso giugno.

635880984398279910-pacifica-3

Il minivan commerciale Pacifica

 

I colloqui ci sono stati per mesi, dice il WSJ. E dovrebbe ruotare attorno alla collaborazione tra gli ingegneri dei due gruppi che, in una fabbrica Fca del Michigan, sarebbero già pronti a lavorare sul minivan Pacifica per farne la prima self driving car “commerciale”, racconta il Corriere. Mentre per Repubblica di fatto si tratta dell’«accordo del secolo» e mette d’accordo tutti. «Nel caso di Google c’è poi un aspetto che Giugiaro poco tempo fa ci ha spiegato bene: costruire auto è un mestiere antico, richiede esperienza, cultura, storia. Cose che non si possono improvvisare, nemmeno da parte di aziende ricchissime e altamente tecnologiche» riporta il quotidiano romano.

Alphabet è stata costituita lo scorso anno per separare il core business di Google dalle scommesse a lungo termine come le automobili auto-guida e altri progetti. Alphabet ha rifiutato di commentare la notizia e così Fiat Chrysler che ha parlato con molti player di questo settore per possibili collaborazioni in questi mesi, si legge sui giornali Usa. Ed è enorme l’interesse delle grandi case automobilistiche per questo settore.

Poco più di un mese fa General Motor ha comprato Cruise Automation per oltre un miliardo di dollari per ottenerne la tecnologia.