Facebook lancia i videogiochi su Messenger e sceglie una startup italiana: GamePix

GamePix, startup di gaming specializzata nella distribuzione di giochi in html5, secondo quanto risulta a Startupitalia.eu è stata scelta tra i fornitori del nuovo servizio di gaming online di Facebook

Facebook ha appena lanciato una nuova opzione all’interno di Messenger che consentirà a chi usa il servizio di messagistica di giocare online con i propri amici. Si chiama Instant Facebook Instant Game. Permetterà agli utenti di giocare a diversi videogame tra i più popolari al mondo.

Classici, da Pacman a Space Invaders, sono 17 per ora ma promettono di diventare migliaia. Lo ha annunciato ufficialmente il 29 novembre con un post sul proprio blog scritto da una vecchia conoscenza dell’ecosistema italiano delle startup: Andrea Vaccari, founder di Glancee, startup che ha venduto a Mark Zuckerberg nel 2012.

games-newsroomcover

Di fatto la prima acquisizione di una startup italiana da parte di Facebook, per una cifra mai rivelata. Vaccari oggi lavora in Facebook a San Francisco. Fa il product manager. Stefano Bernardi in un post per CheFuturo! ha raccontato la sua storia, che a tratti ha dell’incredibile. Ma è solo il primo tocco dei tre che legano questa nuova release in qualche modo all’Italia.

La favola di GamePix, che non conferma

Il secondo è che tra le startup che faranno parte di questo nuovo progetto di Facebook e che forniranno videogiochi a Facebook c’è un’italiana. Si tratta di GamePix, startup che fa parte del portfolio di LVenture (accelerata da Luiss Enlabs), con sede a Roma.

Leggi anche: Dalla morte del Web quella delle app:
perché in 6 anni è cambiato tutto

GamePix negli anni si è specializzata nella distribuzione di giochi in html5. Il nuovo oro nero del web, come lo definiscono alcuni. Di fatto un linguaggio che sta cambiando radicalmente il nostro rapporto con le applicazioni. Abbiamo provato a contattare i founder per chiedere conferma della notizia ma al momento non possono rilasciare alcuna dichiarazione.

I complimenti su Facebook da parte dell’ecosistema

Ma sui profili Facebook di diverse persone legate all’ecosistema romano si sono visti nelle ultime ore decine di post che riprendevano quello di Vaccari per fare i complimenti al team di GamePix. A partire dal responsabile del programma di accelerazione di Luiss Enlabs, Augusto Coppola che ricorda la nascita di GamePix ad InnovactionLab, a Luigi Capello, Ceo e Founder di LVenture Group,  Roberto Magnifico (Luiss Enlabs) che sottolinea come questa notizia sia un’ottima notizia per tutto il gaming made in Italy, fino a Luca La Mesa, chapter ambassador della Singularity University di Roma.

Non da ultimo Edouard Wawra, cofounder di GamePix, che ha scritto in un post: «Quando abbiamo conosciuto Mark Zuckerberg a Roma è stato l’inizio di un lungo viaggio. A GamePix lavoriamo per portare l’html5 ad un livello successivo e oggi abbiamo raggiunto una pietra miliare: benvenuti in Facebook Instant Game!».

Quella foto con Zuckerberg che ad agosto anticipava tutto

Il terzo, ultimo. A fine agosto ha girato tantissimo sempre su Facebook una foto che ritraeva al centro Mark Zuckerbeg circondato da un gruppo di founder italiani. Tra i volti si riconoscono quello di Monica Archibugi de Le Cicogne, Barbara Labate di Risparmio Super. E proprio Edouard Wawra.

mark-zuckerberg-gamepix-facebook-instant-game

Presumibilmente il giorno dell’incontro di cui scrive nel suo post, il 29 agosto scorso, quando Zuckerberg tenne una lectio (chiamatelo speech se più vi piace) all’Università Luiss di Roma. Dopo il discorso pubblico ha avuto un incontro riservato di un’ora con nove founder italiani. I contenuti sono sempre rimasti ultra segreti. E questo tassello forse completa il puzzle.

@arcamasilum

 

WakeUp Influencer Bank: una banca per tutti quelli che contano sui social

L’agenzia di comunicazione pugleise WakeUp ha messo a punto un algoritmo che lancerà a settembre che raccoglierà gli utenti più attivi sui social, che vogliono guadagnare attraverso il proprio profilo. I compensi vanno da oggetti a viaggi, a denaro contante

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Grind2energy: dai diamanti non nasce niente, dalla spazzatura nasce energia

In Winsconsin gli scarti alimentari prodotti dai supermercati e dai ristoranti diventano fonte per la produzione di combustibile. Un sistema per abbattere i rifiuti solidi e produrre energia in modo sostenibile

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Game of Thrones, ancora minacce da Mr. Smith

I sedicenti hacker che avrebbero violato il network di HBO tornano alla carica. Promettendo di rilasciare il finale della settima stagione del Trono di Spade prima della messa in onda