Twitter come Facebook: cancellerà account e tweet (ritenuti) fake

Un documento ufficiale annuncia le nuove “misure di sicurezza”. L’account fake sarà identificato anche a seconda di quanti utenti lo hanno segnalato. E un filtro “censurerà” le presunte bufale

Non se la passa benissimo a Wall Street, non si sa ancora se e chi chi lo comprerà e sta chiudendo uffici in giro per il mondo (anche in Italia), certo è che anche Twitter vuole dire la sua nella lotta alle bufale.

101958230-twitter.1910x1000

Il social network fondato da Jack Dorsey ha diffuso oggi  una nota ufficiale in cui annuncia le nuove misure di sicurezza, che si concretizzeranno sostanzialmente in 3 azioni a effetto immediato.

Le 3 mosse di Twitter contro i fake

La prima, un giro di vite sugli account abusivi e i fake. La seconda, un “filtro” al motore di ricerca interno che selezionerà (ed eliminerà) i risultati ritenuti poco affidabili. E la terza, sempre a proposito di contenuti falsi o inaffidabili, con l’individuazione e la cancellazione dei tweet che saranno giudicati di “scarsa qualità”.

Chi decide che il tweet è un fake

Nella caccia al fake non è ancora chiaro come Twitter intenda muoversi, ovvero se, come ad esempio annunciato da Facebook, verrà creata una “task force” dedita al controllo della veridicità dei contenuti diffusi attraverso il social, oppure se questo lavoro spetterà al team interno alla compagnia.

Sappiamo quale sarà, certamente, uno dei metodi che utilizzerà per identificare i profili “malevoli: il social sta già identificando i singoli account che risultano bloccati/bannati dagli utenti. E, se “convalidato” dal social uno dei primi effetti dei ban sarà l’impossibilità di crearne di nuovi. Basterà? E’ presto per dirlo. Certo anche in questo caso i confini tra libertà d’espressione e tutela della veridicità delle informazioni si fanno sempre più sottili.

@aldopecora

Qual è la miglior serie tv sulle startup? Risponde Upday, l’app per le digital news. | VIDEO

Da “L’isola del tesoro” di Stevenson, alle gradi opportunità che offre Lisbona. L’app per digital news di Axel Springer punta forte sul mobile journalism e sulla qualità del proprio prodotto editoriale

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti