La rivincita del Nokia 3310. Nessuna app o fotocamera ma su Twitter tutti ne parlano

Al Mobile World Congress di Barcellona, i rumors sono stati finalmente confermati: torna il telefonino più amato. Ecco come è andato il suo lancio su Twitter. L’analisi di Matteo Flora

È stato uno dei trend più seguiti rilanciati su Twitter con quasi 600mila cinguettii in una sola settimana. Eppure quando fu lanciato per la prima volta sul mercato, Twitter non esisteva nemmeno.
Si tratta del Nokia 3310 telefonino iconico amato da generazioni, lanciato dalla casa finlandese nel settembre 2000 e venduto in 128 milioni di esemplari.

Con il Nokia 3310 di ieri così come con quello di oggi non si possono scaricare app, fare videochiamate, condividere foto con gli amici e nemmeno scattare selfie. Si può solo telefonare, mandare SMS e giocare a Snake ma evidentemente è proprio questo ritorno nostalgico al passato che piace ai tanti utenti che si sono scatenati sui social a dare il bentornato al telefonino Nokia.

Matteo Flora fa notare nella sua analisi che molti dei tweet sul 3310 sono in lingua thailandese, ed in Thailandia in effetti la diffusione degli smartphone non è ancora capillare, potrebbe essere proprio quello il mercato a cui si rivolgerà la Nokia per vendere i suoi telefonini.

L’analisi di Matteo Flora: sommario

I contenuti

4 Commenti a “La rivincita del Nokia 3310. Nessuna app o fotocamera ma su Twitter tutti ne parlano”

  1. Carola

    Una campagna di marketing non convenzionale potentissima, bisogna rendere atto a Nokia che ci sta credendo fino in fondo a questo “progettino”!

  2. Antonio Pieretti

    Io credo che la piattaforma Smartphone sia il futuro dei dispositivi Client, oggi invece ci si trova davanti una situazione che fa riflettere e che lascia molti dubbi. Io sono abituato ad utilizzare il Personal Computer (Desktop, Notebook e Netbook), il costo di questi dispositivi in certi casi è addirittura inferiore a quello degli Smartphone. Questi garantiscono la massima libertà di utilizzo in mobilità, però non sono stati ancora capaci di garantire tutto quello che i Personal Computer sono in grado di offrire in termini di funzionalità e di utilizzo del dispositivo. Avere un telefonino per telefonate, sms e una connessione internet da poter condividere via Wi.fi con il Personal Computer che si utilizza per lavorare, è oggi una soluzione capace di trovare molto successo. Secondo il mio modesto parere, è questo il motivo per cui il Nokia 3310 stà creando così tanto interesse in tutto il mondo. Antonio Pieretti.

  3. Leonardo Ruberti

    per motivi tecnici funziona solo su alcuni network [non USA, Australia, …] e sarà, commercialmente, un flop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Dai banchi di scuola al pitch. I finalisti del progetto “A Scuola di Startup” a DigithON 2017

Il progetto realizzato da AuLab ha coinvolto per il terzo anno consecutivo studenti delle scuole secondarie superiori. Il team vincitore sarà premiato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bari e Bat. Abbiamo intervistato Davide Neve, CEO di AuLab

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito