La rivincita del Nokia 3310. Nessuna app o fotocamera ma su Twitter tutti ne parlano

Al Mobile World Congress di Barcellona, i rumors sono stati finalmente confermati: torna il telefonino più amato. Ecco come è andato il suo lancio su Twitter. L’analisi di Matteo Flora

È stato uno dei trend più seguiti rilanciati su Twitter con quasi 600mila cinguettii in una sola settimana. Eppure quando fu lanciato per la prima volta sul mercato, Twitter non esisteva nemmeno.
Si tratta del Nokia 3310 telefonino iconico amato da generazioni, lanciato dalla casa finlandese nel settembre 2000 e venduto in 128 milioni di esemplari.

Con il Nokia 3310 di ieri così come con quello di oggi non si possono scaricare app, fare videochiamate, condividere foto con gli amici e nemmeno scattare selfie. Si può solo telefonare, mandare SMS e giocare a Snake ma evidentemente è proprio questo ritorno nostalgico al passato che piace ai tanti utenti che si sono scatenati sui social a dare il bentornato al telefonino Nokia.

Matteo Flora fa notare nella sua analisi che molti dei tweet sul 3310 sono in lingua thailandese, ed in Thailandia in effetti la diffusione degli smartphone non è ancora capillare, potrebbe essere proprio quello il mercato a cui si rivolgerà la Nokia per vendere i suoi telefonini.

L’analisi di Matteo Flora: sommario

I contenuti

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti